Macerata e Provincia, attività dei Carabinieri: un arresto e una denuncia

10

L’arrestato è un uomo di 75 anni, accusato di violenza sessuale nei confronti di un minore; denuncia a piede libero invece per l’autore di una truffa

MACERATA – I militari della Compagnia di Macerata sono stati impegnati in diverse attività nel corso degli ultimi giorni di giugno, dirette soprattutto ad un controllo general-preventivo della criminalità ed alla repressione dei reati.
In particolare, le operazioni svolte dai Carabinieri hanno portato all’arresto di una persona in ottemperanza a un ordine di esecuzione per violenza sessuale e a una denuncia in stato di libertà per truffa.

L’arresto è scaturito in seguito ad un ordine di esecuzione per la carcerazione della Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Ancona per il quale un uomo di 75 anni – accusato di violenza sessuale nei confronti di un minore avvenuta in modo continuato nel periodo tra luglio 2014 e luglio 2015, fino a quando non è stato fermato dall’allora intervento dei militari – è stato condannato definitivamente alla pena detentiva di 3 anni e 8 mesi. I militari della Stazione di Monte San Giusto (MC) hanno provveduto a eseguire la misura, accompagnando il colpevole nella casa circondariale di Fermo.

Inoltre, una accurata attività investigativa ha consentito di individuare il responsabile, che è stato contestualmente denunciato in stato di libertà dai Carabinieri della locale Stazione, di una truffa in danno di un cittadino di Apiro (MC). L’indagato, a seguito di accordi tramite un annuncio online, avrebbe dovuto consegnare alla vittima alcuni ricambi meccanici del valore di 1.400,00 euro, i quali non sarebbero mai arrivati poiché il mittente dopo il pagamento sarebbe scomparso senza lasciare alcuna traccia. Seguendo il flusso finanziario, i militari sono riusciti ad identificare il conto corrente a cui era stato effettuato il bonifico e ad individuarne il proprietario, attività cui è seguita la denuncia a piede libero.