Macerata, Musei civici: oltre 3mila visitatori in due mesi

35

MACERATA – Oltre tremila presenze raggiunte in due mesi dalla riapertura. È il bilancio dei musei della città che, dopo aver riaperto le porte a maggio, hanno potuto registrare una grande presenza di turisti, visitatori e cittadini arrivati non solo dalla Regione o dal nostro Paese ma anche dall’estero.
Da inizio maggio al 27 giugno sono stati 1.582 i visitatori a Palazzo Buonaccorsi mentre 1.691 allo Sferisterio per un totale di 3.273 ingressi. La gran parte dei visitatori arriva dal nostro Paese ma sono state registrate presenze anche dalla Germania (la maggior parte), dalla Francia, dall’Inghilterra, dalla Spagna, dall’Olanda, dal Belgio e dall’est Europa.
«Dopo un lungo inverno passato a programmare la stagione estiva con la forte speranza di riaprire tutti i luoghi della cultura maceratese, possiamo affermare di essere soddisfatti dopo appena due mesi di aperture – ha commentato l’assessore alla Cultura Katiuscia Cassetta -. Soddisfatti per il numero di visitatori in un periodo in cui ancora le paure e le restrizioni sono molte, ma ancor di più soddisfatti dallo slancio del personale e di tutti quelli che ci hanno aiutato a programmare un’offerta variegata e di qualità».
«Tanti i visitatori che hanno apprezzato la bellezza di Palazzo Buonaccorsi con l’allestimento della mostra dedicata a Tullio Crali e altrettanti i visitatori dello Sferisterio; luoghi che sempre più vorremmo accoglienti e aperti, luoghi in cui abbiamo accolto famiglie, bambini, turisti con proposte nuove, laboratori, spettacoli e proposte culturali adatte ad ogni fascia d’età – ha aggiunto la Cassetta -. Proprio in questi giorni nel cortile di Palazzo Buonaccorsi si sta tenendo la rassegna Buon’Estate in collaborazione con l’Amat, una settimana dedicata al teatro, alla danza e alla musica contemporanea, ma soprattutto ai bambini con tre giorni dedicati a loro con doppio spettacolo – pomeriggio e sera – in collaborazione con il Festival i Teatri del Mondo. Giorni in cui sempre a Palazzo Buonaccorsi abbiamo accolto e formato 12 guide per il teatro e museo usando lingue e linguaggi multipli per visitatori ciechi o ipovedenti, sordi o ipoudenti all’interno del progetto Inclusive Opera in collaborazione con l’Associazione Arena Sferisterio. Giorni in cui insieme a Sistema Museo abbiamo fatto partire dei laboratori per bambini dai 6 ai 10 anni, “Avventure Futuriste”, e all’interno del progetto SO.STARE corsi di illustrazione e fumetto per ragazzi dagli 11 ai 17 anni».
«È stato e continua a essere un periodo denso di proposte e richieste di collaborazioni, visite nazionali e internazionali da parte di associazioni come “Le cento città” o di aziende leader del territorio, come Fileni e Santoni, che sempre a Palazzo Buonaccorsi hanno organizzato e organizzeranno eventi importanti e di promozione anche delle bellezze del nostro territorio con ospiti internazionali. La promozione del nostro patrimonio passa anche attraverso forti connessioni e importanti collaborazioni tra il mondo dell’arte e quello dell’impresa» ha concluso l’assessore.