Macerata, Massimo Quarta e Stefania Redaelli in concerto

113

Due interpreti d’eccezione per il prossimo appuntamento di Appassionata giovedì 19 dicembre al Teatro Lauro Rossi

MACERATA – Giovedì, 19 dicembre 2019, al Teatro Lauro Rossi,alle ore 21.00,  due interpreti d’eccezione eseguiranno alcune delle più coinvolgenti pagine del repertorio novecentesco per violino e pianoforte. Nella Sonata Op.119 di Francis Poulenc, completata nel 1943 e dedicata alla memoria di Federico García Lorca, riecheggia l’aspra tragicità della Francia occupata ma con un calore commovente e raffinato, e un ritmo popolare e nobile al contempo. E se nella Sonata soggiace un rimando a Prokofiev, questo si esplicita nel programma del concerto perché al brano del compositore francese seguono le Cinque Melodie Op.35 bis del maestro russo, caratterizzate da una espressività struggente, capace di valorizzare le qualità dello strumento a corde.
Conclude il concerto la Prima sonata per violino e pianoforte Op.21 di Béla Bartók, che proprio attraverso la scrittura violinistica seppe innovarne il linguaggio spingendo lo strumento verso inedite possibilità, esplorando nuovi territori melodici, armonici, espressivi, tecnici e stilistici.
L’esecuzione di un programma tanto denso di emozioni e di sfide tecniche è affidata a Massimo Quarta e Stefania Redaelli.

Definito dall’American Record Guide “la personificazione dell’eleganza” per la sua rilettura del repertorio di Paganini, Quarta è considerato uno dei più importanti violinisti della sua generazione. Ospite regolare di alcuni fra i maggiori festival di musica da camera, svolge una intensa attività concertistica esibendosi insieme a prestigiose istituzioni e suonando con direttori del calibro di Yuri Temirkanov, Daniele Gatti, Daniel Harding e Daniel Oren, per citarne alcuni. Vincitore di premi e concorsi internazionali riservati al violino, si dedica con successo anche alla carriera di direttore d’orchestra da oltre venticinque anni e all’attività didattica come Accademico di Santa Cecilia.

Stefania Redaelli, che si esibisce come solista con importanti orchestre come quella della RAI, dei Pomeriggi musicali e dell’Angelicum di Milano, ha suonato con musicisti di fama internazionale, fra i quali, oltre a Massimo Quarta, Salvatore Accardo, Sergej Krilov e Mario Brunello, e in teatri prestigiosi come la Scala di Milano, il Regio di Parma, il San Carlo di Napoli, la Wigmore Hall di Londra, la Boston Symphony Hall e molti altri. È docente di musica da camera al Conservatorio di Milano e di pianoforte all’Accademia di Alto perfezionamento di Sacile. Ha inciso per numerose blasonate etichette, anche in veste di direttore.

Biglietti a 5, 15 e 20 euro presso la Biglietteria dei Teatri (mart.-sab. 10-12, 16.30-19.30, T 0733-230735) e online su Vivaticket (con diritti di prevendita). Per informazioni www.comune.macerata.it, www.appassionataonline.it, T 0733-230777.

La stagione 2019-2020 dei Concerti di Appassionata è organizzata dall’assessorato alla Cultura del Comune di Macerata insieme all’Associazione Musicale Appassionata, con il sostegno di MiBACT, Regione Marche, Società Civile dello Sferisterio-Eredi dei Cento Consorti, APM, Fondazione Cassa di Risparmio di Macerata, Università degli studi di Macerata, Istituto Confucio, ANMIG. In collaborazione con Marche Concerti, Consorzio Marche Spettacolo e Accademia di Belle Arti di Macerata. Valli Pianoforti è partner tecnico.
Nelle foto: Massimo Quarta e Stefania Redaelli (per quest’ultima, i crediti sono di Alessandra Fanelli)