Macerata, elezioni amministrative: tutto quello che c’é da sapere

17

Per le elezioni amministrative del 20 e 21 settembre presentate 21 liste; le nuove sedi per i seggi elettorali e gli scrutatori

Comune di Macerata logo

MACERATA – Giorni di piena attività per l’ufficio Elettorale del Comune in vista delle consultazioni per l’elezione del presidente della Giunta regionale e del Sindaco di Macerata, per il rinnovo dei consigli regionale e comunale e per il Referendum popolare confermativo della modifica alla legge costituzionale che diminuisce il numero dei senatori e deputati della Repubblica.

Dopo la scadenza del termine per la presentazione delle candidature e la verifica degli atti presentati, la Commissione elettorale ha ammesso alle prossime elezioni del 20 e 21 settembre tutte le 21 liste escludendo dalla competizione una candidata della lista Macerata Bene Comune per la mancanza di una certificazione che si attendeva dal paese di origine ma che non è giunta in Comune nei termini di scadenza. Nella stessa seduta ha poi estratto a sorte l’ordine con il quale i nomi dei candidati a sindaco e delle liste collegate appariranno sulla scheda elettorale.

Questo l’esito:
Al primo posto Narciso Ricotta con le otto liste a lui collegate elencate in questo ordine:
1. La nostra città (23 candidati)
2. Macerata insieme (29)
3. Macerata Bene Comune (25)
4. Italia Viva (24)
5. Macerata rinnova (23)
6. I moderati per Ricotta sindaco (24)
7. Partito Democratico (32)
8. La Città di tutti (23)

Al secondo Alberto Cicarè e due liste:
1. Potere al popolo (24 candidati)
2. Strada Comune (25)

Al terzo Gabriele Micarelli con
1. Macerata lavora (24 candidati)

Al quarto Roberto Cherubini con tre liste collegate:
2. MaceratAmica (29 candidati)
3. Macerata per l’ambiente (22)
4. Movimento 5 stelle (23)

Quinto posto per Sandro Parcaroli con sette liste collegate:
1. Forza Italia (24 candidati)
2. Civici per il Popolo della famiglia (32)
3. Fratelli d’Italia (25)
4. Nuovo Cdu (25)
5. Lega Salvini Macerata (32)
6. Udc (32)
7. Sandro Parcaroli sindaco (31)

Sono quindi 551, di cui 235 donne e 316 uomini, i candidati in corsa per la carica di consigliere comunale. Tra loro molti giovanissimi di età compresa tra i 18 e 20 anni. Due i diciottenni presenti nelle liste di Potere al popolo e Fratelli d’Italia, due i candidati con 19 anni di età (Potere al popolo e I moderati per Ricotta), nove i ventenni (Potere al popolo, Fratelli d’Italia, Nuovo Cdu, Lega Salvini Macerata, Sandro Parcaroli sindaco, Macerata Bene comune).

Cinque i candidati più anziani. Nati nel 1947 sono in lista con La nostra città, I moderati per Ricotta, Pd, Civici per il popolo della famiglia e nuovo Cdu.
Tra i cinque candidati a sindaco il più giovane è Alberto Cicarè (50 anni di età) seguito da Roberto Cherubini (55 anni), Gabriele Micarelli (56), Narciso Ricotta (54) e Sandro Parcaroli (64 anni).

Nuove sedi per i seggi elettorali.

In ottemperanza a quanto disposto da una Circolare del Ministero dell’Interno che, tramite l’Anci, invitava i Comuni a valutare la possibilità di avvalersi di edifici diversi dagli istituti scolastici dove poter allestire le sedi dei seggi elettorali, il Comune di Macerata per le prossime consultazione del 20 e 21 settembre ha individuato cinque diverse collocazioni per 21 delle 44 sezioni elettorali. Questa operazione permetterà di non interrompere l’Anno scolastico che avrà inizio il 14 settembre. Vediamo quali sono e quali sezioni sarà possibile spostare.

I seggi numero 3, 4, 5 e 20 vengono trasferiti dalla scuola secondaria di primo grado di via Capuzi all’ Istituto salesiano don Bosco dove troveranno nuova sede anche le sezioni numero 21 e 22 prima ospitate nella scuola infanzia/primaria De Amicis. Le sezioni 6 e 23 si spostano dall’ex scuola elementare Castelfidardo-Liceo Classico di Galleria Luzio, all’ex mattatoio di via Panfilo dove troveranno posto anche i seggi 7, 8 e 9 prima posizionati nella scuola infanzia/primaria di via Panfilo. Al Circolo Acli di via Galasso da Carpi (quartiere le Vergini) saranno ospitati i seggi 14 e 15 prima posizionati all’interno del plesso Enrico Medi di via Ventura mentre, al Circolo santa Croce di viale Indipendenza saranno trasferite le sezioni 24, 25, e 29 prima situate nel plesso Dante Alighieri. Infine a Villa Potenza, i seggi 37, 38 e 39 dall’edificio scolastico Anna Frank di via dell’Acquedotto saranno trasferiti al Centro fiere di via De Gasperi mentre a Piediripa, nella sede del Circolo Acli di via Volturno 103, ci saranno le sezioni numero 42 e 43 ospitate precedentemente nel plesso scolastico Sandro Pertini di via Adige 5.

Sono ora in corso i lavori di manutenzione ordinaria per far sì che i nuovi locali individuati dal Comune mantengano le caratteristiche strutturali, di sicurezza e di conformità alla normativa elettorale. Gli elettori interessati al trasferimento delle sezioni di riferimento saranno avvisati tramite manifesti e avvisi posizionati in ciascun plesso e nei quartieri e frazioni di residenza.

Scrutatori

Per quanto riguarda gli scrutatori la Commissione elettorale ha stabilito di far rimanere valida l’estrazione già effettuata in previsione delle consultazioni referendarie del 29 marzo poi rinviate a causa Covid 19. In quell’occasione erano stati sorteggiati 136 nominativi (più le riserve) tra le domande pervenute in Comune entro la scadenza del 25 febbraio fissata dal bando. I diretti interessati a partire dei primi giorni del mese di settembre riceveranno a casa la notifica a ricoprire il ruolo di scrutatore.