Macerata, Bibliomacchina delle storie: il prestito librario per i bambini in giro per la città

10

MACERATA – In arrivo la Bibliomacchina delle storie, la nuova iniziativa di Nati per Leggere (NpL) organizzata e promossa in collaborazione con il Comune di Macerata e la Biblioteca Mozzi-Borgetti. Si tratta del servizio di prestito librario in giro per la città, dal centro alle frazioni, dedicato ai bambini e animato dai volontari Npl per tante letture condivise di libri di qualità.
“Ho sempre creduto nel progetto Nati per leggere, fin dalla sua nascita a Macerata – interviene l’assessore alla Cultura Katiuscia Cassetta -, e sono felice di continuare a sostenerlo come assessore e come Amministrazione comunale”.
La Bibliomacchina, promossa anche per garantire il servizio durante l’emergenza sanitaria che non consente la frequentazione della biblioteca a causa delle norme anticontagio da Covid – 19, sarà attiva, a partire dal 23 dicembre, tutti i mercoledì dalle 16,30 alle 18.30.
Il 23 dicembre sarà presente a Macerata sotto al porticato del Centro direzionale di via Carducci 63/A, il 30 dicembre e il 3 febbraio a Piediripa nel porticato del Centro vaccinale Asur in via Annibali, il 13 gennaio e il 10 febbraio a Sforzacosta sotto il porticato adiacente ai giardini pubblici di Borgo Sforzacosta e infine il 20 gennaio e il 17 febbraio nel porticato del supermercato di via Costantini.
Si potranno prendere in prestito libri pensati per famiglie con bambini e bambine da 0 a 6 anni e genitori in attesa e curiosi, attraverso il servizio di prestito della Biblioteca Mozzi Borgetti di Macerata
Le volontarie NpL metteranno a disposizione delle famiglie delle sacche a “sorpresa“ che saranno diversificate per fasce d’età, con all’interno 3 libri, materiale informativo, e la scheda del prestito già pre-compilata, e accompagneranno gli utenti alla scelta con suggerimenti libreschi per tutti i gusti familiari.
I libri poi potranno essere restituiti direttamente in biblioteca o in alternativa all’appuntamento successivo della BiblioMacchina. Sarà possibile inoltre agevolare la consegna dei libri per l’infanzia che sono stati chiesti in prestito e prenotati direttamente alla biblioteca.
E poi, non mancheranno le “chiacchiere”, in sicurezza, sulle buone prassi in famiglia al tempo del covid.
Nati per Leggere è un programma nazionale finalizzato a favorire la lettura ad alta voce ai bambini fin dalla nascita. Leggere con una certa continuità ai più piccoli anche libri sonori che favoriscono attività e familiarità con i suoni e gli strumenti, infatti, ha una positiva influenza sullo sviluppo intellettivo, linguistico, emotivo e relazionale, con effetti significativi per tutta la vita adulta.