Macerata, apertura del nuovo polo scolastico alle ex Casermette

Il 21 dicembre l’inaugurazione

MACERATA – Il 21 dicembre 2019,  alle ore 11, si terrà  l’inaugurazione del nuovo campus scolastico nell’area delle Ex Casermette a Macerata dove troveranno sede gli istituti comprensivi Dante Alighieri ed Enrico Mestica.
Un investimento generale di 16 milioni di euro finanziati con ordinanza 14 del Commissario alla Ricostruzione e, per la Mestica, con il contributo del Qatar, che si estende su un lotto di 24.000 mq per una volumetria di 60.324 mc.
Scuole moderne, funzionali, con altissimi standard di sicurezza, progettate accuratamente nella scelta dei materiali, dei colori, degli spazi, della luce per ospitare circa un migliaio di studenti con percorsi di accessibilità, aree verdi e due palestre.
“Finalmente sta per arrivare il giorno della felicità per i nostri studenti e per le loro famiglie” – afferma il sindaco Romano Carancini. “Il 21 dicembre alle ore 11 inaugureremo il campus scolastico Alighieri – Mestica, scuole nuove, sicure, belle per garantire la migliore qualità didattica. Sarà una festa per tutti nel segno della rinascita di una città e di un territorio che non hanno mai perso la forza di fronte alle difficoltà provocate dal terremoto e la convinzione di riuscire a ricostruire le scuole nell’interesse dell’intero sistema scolastico cittadino. Si tratta di una delle prime e delle più importanti opere pubbliche finanziate con l’ordinanza 14 del gennaio 2017; nella visione dell’impegno prioritario delle Istituzioni verso il futuro della città il nuovo campus scolastico non va solo ad accrescere la qualità dell’offerta formativa cittadina, ma diventa protagonista della rigenerazione di un’intera area urbana, dando così nuovo respiro e identità a uno dei quartieri più popolosi della città. Il 21 dicembre sarà il giorno della festa ma anche del racconto di un percorso lungo e sicuramente complesso per il quale ringrazieremo tutti gli attori coinvolti; oggi voglio esprimere la mia riconoscenza a tutta la struttura commissariale e al Commissario Farabollini, che ha velocizzato i processi di ricostruzione, per la proficua e leale collaborazione nel raggiungimento di questo traguardo. Spero che potremo contare anche sull’autorevole presenza del Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte a cui testimoniare concretamente come il sistema pubblico possa essere motivo di orgoglio per il nostro Paese in quanto modello appropriato per rispondere alle richieste dei cittadini e per trasmettere loro fiducia e credibilità.”