Macerata, il 25 maggio riapre la Biblioteca Mozzi Borgetti

7

MACERATA – Dopo il lockdown dovuto all’emergenza covid19, lunedì 25 maggio ripartono i servizi della Biblioteca comunale Mozzi Borgetti con gli spazi ripensati nel rispetto delle misure di sicurezza. In biblioteca sono pronti per il prestito dei libri, le restituzioni, i consigli per le ricerche bibliografiche, gli appuntamenti per le consultazioni. Per consentire la sicurezza tutto può svolgersi solo su prenotazione ed evitando gli assembramenti.

“L’apertura è un segnale bello perché la biblioteca rappresenta un presidio di comunità e un servizio pubblico essenziale per il benessere di tutti. Macerata, insignita da anni dal bollino ministeriale di “Città che legge”, vede nella biblioteca un punto di riferimento della comunità. Prima del Covid era bellissimo vederla sempre piena di giovani che si incontrano, anziani che leggono, ricercatori che studiano, gruppi lettura e la sala Castiglioni ogni giorno ricca di iniziative. Per ora non potrà esser così, nel rispetto della normativa anticontagio. Ma la riapertura assicura la possibilità di chiamare in biblioteca e accedere al ricco patrimonio, con la speranza di tornare a vivere i bellissimi spazi della Mozzi Borgetti pienamente come tradizione in questa città” commenta l’assessora alla cultura Stefania Monteverde.

Nel rispetto della necessaria sicurezza i servizi bibliotecari sono disponibili solo su prenotazione chiamando al numero 0733 256360 o scrivendo alla mail biblioteca@comune.macerata.it . Ci si può iscrivere alla biblioteca, prendere in prestito o restituire libri, portare a casa l’ultima graphic novel, iscriversi al servizio MLOL per prestito ebook, riviste e musica digitali, richiedere consigli per le ricerche bibliografiche, prendere appuntamento per la consultazione dei fondi bibliotecari.
Anche i bambini possono richiedere in prestito libri dalla BiblioKids e i ragazzi delle medie impegnati con la tesina d’esame possono chiedere aiuto ai bibliotecari per accedere al patrimonio librario.
“Anche se in lockdawn la biblioteca non è stata mai ferma in questi mesi – tra gli oltre 600 nuovi iscritti al prestito di ebook con MLOL e le attività sui canali social per la valorizzazione del patrimonio. Inoltre, dalla biblioteca Mozzi Borgetti proprio in questi giorni abbiamo guidato la costituzione della rete delle biblioteche comunali con tutti i Comuni della Marca Maceratese, un progetto che vuole sottolineare come la biblioteca è uno spazio urbano indispensabile per la ripartenza della comunità. Ed ora ci stiamo preparando per essere uno spazio a disposizione delle scuole per la ripartenza a settembre”.

Le misure di sicurezza prevedono il dispenser all’ingresso, l’obbligo di mascherine, il percorso obbligato entrata e uscita, la quarantena di nove giorni per i libri restituiti, come da indicazione della Direzione per i beni culturali. Da seguire le pagine social della biblioteca per restare aggiornati sulle nuove opportunità.