Macerata, il 21 e 22 gennaio 2023 torna “Torpedine”

40

All’Arena Sferisterio il festival di Musica elettroacustica e arti visive, organizzato dall’Associazione Nuova Musica

MACERATA – Sabato 21 e domenica 22 gennaio nella Sala Casanelli dell’Arena Sferisterio di Macerata torna “Torpedine”, il festival di musica elettroacustica e arti visive organizzato nell’ambito della 40^ Rassegna di Nuova Musica.
Nato lo scorso anno, su proposta dell’assessorato alla Cultura e all’Istruzione del Comune di Macerata, è organizzato dall’Associazione Nuova Musica con la compartecipazione della Città di Macerata e la collaborazione del Museodelsynt e AcusmatiqMatme.
“Per la prima volta, a Macerata, si propone un format tanto innovativo quanto moderno e
avanguardistico che ci auguriamo possa crescere sempre più e trovare nuovi spazi – ha commentato l’assessore alla Cultura Katiuscia Cassetta -. Aver lanciato, inoltre, il nuovo progetto nel luogo simbolo della musica per la città, lo Sferisterio, ci fa sperare nel generarsi e svilupparsi di nuove sincronie di energie in città. Torpedine presenterà ancora una volta un palinsesto multidisciplinare, grazie anche alla preziosa collaborazione con il Museodelsynt e autori locali, in grado di soddisfare gli appassionati del genere.”
Aprirà il Festival sabato 21 gennaio, alle 18, la performance multimediale “Serpentine” con
Ludovica Manzo alla voce, elettronica, synth, live sampler e Loredana Antonelli al live visual. In questo progetto, Ludovica Manzo crea un tragitto non lineare utilizzando la voce come principale sorgente sonora. Un flusso continuo in cui texture di suoni, brani originali e l’esplorazione timbrica della voce nuda sono immersi nei potenti live visual creati dall’artista multimediale Loredana Antonelli.
Sempre sabato, alle 21, il celebre compositore elettronico franco-italiano Økapi presenterà il suo live OTIS – Vertical Tales tratto dall’omonimo album musicale illustrato uscito per Folderol Records.
Si tratta di un omaggio all’inventore dell’ascensore, Otis Elisha Graves, e a quel dispositivo che da metà del XIX secolo ha rivoluzionato gli orizzonti urbanistici e ambientato infinite narrazioni. Per questo live Økapi destruttura suoni e immagini provenienti dalle più disparate fonti e li ricompone in una suite in più tempi. Ascensorista d’eccezione, Økapi conduce lo spettatore in un viaggio verticale e mentale, dal piano terra al 15esimo piano di un edificio immaginario.
Domenica 22 gennaio, alle 18, il Festival chiuderà con Player Circus, un progetto originale creato dall’interazione di sei musicisti di diversa esperienza musicale. Parteciperanno: Serena Abrami voce, Paolo F. Bragaglia elettronica, Giuseppe Franchellucci violoncello, Gianluca Gentili chitarra elettrica, Flavia Massimo violoncello e Francesco Savoretti percussioni. Player Circus si compone di sei performance solistiche di otto minuti in successione immediata confluendo, in conclusione, in un brano collettivo.
Gli spettacoli saranno ad ingresso gratuito ma con prenotazione obbligatoria su rassegnadinuovamusica.com a partire dalle ore 12 di domani, martedì 17 gennaio.

Programma

Sabato 21 gennaio
h. 18.00
S E R P E N T I N E
Performance multimediale per voce e live visual
Ludovica Manzo: voce, elettronica, synth, live sampler
Loredana Antonelli: live visual
www.ludovicamanzo.com
www.antonelli.work
h. 21.00
OTIS
VERTICAL TALES
Nuovo spettacolo audio-video di Økapi

Front Page

Domenica 22 gennaio
h. 18.00
PLAYER CIRCUS
Serena Abrami voce
Paolo F. Bragaglia elettronica
Giuseppe Franchellucci violoncello
Gianluca Gentili chitarra elettrica
Flavia Massimo violoncello
Francesco Savoretti percussioni