Loreto, concluse le celebrazioni delle Feste Mariane

13

LORETO (AN) – Si sono concluse con il consueto omaggio dell’Aeronautica Militare e civile alla Vergine di Loreto, patrona di tutti gli aeronauti, le celebrazioni delle feste mariane al Santuario Pontificio della Santa Casa di Loreto.
La Veglia della Venuta del 9 dicembre, che si è svolta in forma ridotta rispetto al passato a causa della pandemia, ha raccolto devoti e loretani per la recita del Santo Rosario. Presente il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare Gen. di S.A. Alberto Rosso a rappresentanza di tutta l’arma azzurra, e il Direttore Generale dell’Enac Dott. Alessio Quaranta, oltre al Sindaco di Loreto Dott. Moreno Pieroni e alle autorità istituzionali.
La celebrazione è stata presieduta da S.E. Mons. Fabio Dal Cin Arcivescovo e Delegato Pontificio, che nell’omelia ha sottolineato la grandezza del Sì di Maria pronunciato proprio tra le pareti della Santa Casa: “Chiediamoci allora con umiltà: “Che cosa significa per me dire di sì a Dio? Che cosa significa lasciarmi invadere dalla forza dello Spirito Santo? Con quale fede, con quale amore, con quale pazienza, con quale intelligenza, con quale costanza, sono chiamato a vivere questi giorni? Non dobbiamo mai dimenticare che rispetto al giorno in cui Maria ha pronunciato il suo SI la forza della dedizione di Dio verso ogni persona e verso tutta l’umanità non è mai diminuita”
Al termine della recita del Rosario, l’effige della Vergine Lauretana è stata portata in processione fin sulla piazza antistante il Santuario dove una corona di luci illuminava il suo passaggio.
A conclusione della celebrazione S.E. Mons. Fabio Dal Cin ha conferito al Dott. Alessio Quaranta e al Generale Alberto Rosso una speciale onorificenza.

“In virtù del decreto del 26 novembre 1883 della Congregazione delle indulgenza concesso al Santuario della Santa Casa di Loreto in segno di gratitudine per l’impegno profuso nella preparazione e, nel corso del giubileo lauretano 2020-2021, per la promozione della Peregrinatio Mariae negli aeroporti italiani, anche nel tempo dell’emergenza sanitaria, offrendo a tutti passeggeri devoti alla celeste patrona momenti di riflessione e preghiera, conferisce la croce in riconoscimento dei meriti sopra espressi.”
Il 10 dicembre Solennità della B.V. Maria di Loreto la celebrazione è stata presieduta da S.E. Mons. Fabio Da Cin con la presenza del Presidente della Regione Marche Dott. Francesco Acquaroli e delle rappresentanze istituzionali dell’aeronautica civile e militare. L’Arcivescovo, nell’omelia, ha voluto sottolineare che per “vedere il prossimo senza frontiere, per poter cogliere l’appello del forestiero, per avere uno sguardo più ampio sulle cose della vita, occorre “volare alto”, come ci invita il Giubileo Lauretano. Innalzarsi, raggiungere livelli di volo divini per potersi accorgersi che da lì, da dove guarda Dio, le barriere, i muri, i recinti, le discriminazioni non esistono, perché mai esistono nel cuore di Dio e mai dovrebbero esistere nei cuori dei figli di Dio”.
Al termine della Santa Messa, dopo la recita della preghiera dell’aviatore, l’Arcivescovo ha rivolto alla Vergine Lauretana, patrona degli aeronauti, l’atto di affidamento. Il rito si è concluso con il tradizionale omaggio floreale alla Celeste Patrona all’interno della Santa Casa.