‘Il tramonto a Oia’ di Monica Baldini

54

FANO – La poetessa fanese Monica Baldini ricorda, nel tempo d’inverno, la recente avventura greca nella splendida isola greca delle Cicladi dove il sole gioca un ruolo di protagonista e il tramonto non viene tralasciato mai da alcun turista che voglia filmare e godere della bellezza che ivi si sprigiona ed elargisce.

IL TRAMONTO A OIA

Il Tramonto

a Oia,

saluta il sole

che scende

lento e benevolo sulla

linea del mare

e segna il sipario

dal dì alla sera.

Di luce blu

si tinge

lo splendore arroccato

e nelle parole

da Kalimera

si pronuncia Kalispera.

Spettacolo

memorabile che corona

il momento finale

di una giornata

che premia

l’astro di inconfondibile

importanza

e bellezza

a cui vanno

le risate e

gli attimi filmati

di una vacanza al

mare.

Grecia bella,

al tramonto, il sole

di impatto poetizza

l’infinito stupore

per il meraviglioso

fascino del Creato

e immobili,

non si può ispessire

il cuore

ma solo libero

lasciarlo di

sentirsi amato

dall’abbraccio

del tepore di cui è ospite

e creatura.

Si è celebrati soave parte

certa e avvolti

con una condivisione

sentita di tutti i

turisti appollaiati

e pronti sulle gradinate

e sui meandri

di un gioiello

che è patrimonio dell’Unesco

e alle loro camere

e sguardi

si unisce l’applauso

ed il suono delle barche

e dei catamarani

che di punta si

fermano verso

il calar.

Santorini

che

in Santa Pace

si traduce dal

latino e dal

greco

dolcemente

scalda

soffiando

pacate emozioni

saporite di sale

e serenità

di più calamitando

immagini ed impressioni

nitide di valori da portarsi

in posti lontani

che profumano di casa.

Monica Baldini