Galletti inaugura la Mostra del Tartufo Bianco Pregiato delle Marche

Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato delle MarcheSANT’ANGELO IN VADO (PU) – Un lunghissimo tricolore verrà disegnato in cielo sopra il centro storico di Sant’Angelo in Vado in occasione dell’inaugurazione della 52esima edizione della Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato delle Marche di Sant’Angelo in Vado. Domenica 11 ottobre, infatti, alle 11.15 il Fly Fano Team colorerà i cieli vadesi, proprio al momento del taglio del nastro della Mostra, alla presenza del Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti e del Governatore della Regione Marche Luca Ceriscioli.
Il grande evento vadese prenderà il via però sabato pomeriggio alle ore 15, quando sarà il vicepresidente regionale e assessore all’agricoltura Anna Casini a riunire sindaci e amministratori del territorio per parlare del futuro del Centro di Tartuficoltura di Sant’Angelo in Vado, eccellenza europea nel suo campo, andando a delinearne potenziamento e sviluppi futuri.
Sempre sabato, alle 17, nell’Auditorium di Santa Caterina l’Accademia Italiana del Tartufo, guidata dal narratore del gusto ed enogastronomo Giuseppe Cristini, presenterà una tavola rotonda dal titolo “Sua Maestà il Tartufo: sentinella ecologica, volano per il turismo e re della tavola”.
La domenica sarà ricca di appuntamenti nuovi e imperdibili: si comincia con l’innovativa “Trabes Mas Vado”, gara provinciale di orienteering organizzata dall’ASD Picchio Verde, nel cortile interno di Santa Maria Extra Muros sarà invece presente lo spazio “Unione di Sapori, storia e poesia” a cura dell’Unione Montana Alto Metauro, la Sala Parrocchiale ospiterà la XI Mostra Micologica della Massa Trabaria.
Alle 16 in Piazza Re Tartufo una sfida all’ultimo ingrediente tra i ristoratori locali sancirà il miglior piatto preparato alla maniera delle nonne nella sfida di cucina “La tradizione è servita”. Ospite di eccezione ovviamente il Tuber Magnatum Pico, ossia il Tartufo Bianco Pregiato.
Già dai giorni precedenti sarannono moltissimi invece gli equipaggi dei camper attesi per il XXI raduno camperisti “La Valle del Tartufo”, appuntamento ormai storico che ogni anno porta tantissimi visitatori a contatto con le bellezze di Sant’Angelo in Vado e della sua vallata.
Ma gli appuntamenti non sono finiti: la bellezza della Mostra Nazionale di Sant’Angelo in Vado è proprio il potersi “perdere” tra i vicoli del borgo, cercando in alto con lo sguardo i campanili delle tante chiese, muoversi seguendo il corso del Metauro che attraversa la cittadina, magari guidati dall’aroma del Tartufo, che arriva dai tanti ristorantini e stuzzicherie che riportano all’antico splendore le cantine degli antichi palazzi monumentali.
Tutt’intorno si sviluppa la festa, con animazione musicale, mercatini enogastronomici tipici, spettacoli itineranti e le tante mostre artistiche, custodite nei piani nobili dei palazzi delle antiche famiglie vadesi. Non si possono scordare il polo museale di Santa Maria Extra Muros oppure il museo dei Vecchi Mestieri, ma soprattutto la Domus del Mito, con i suoi mosaici policromi, uno dei più importanti ritrovamenti archeologici dal dopoguerra ad oggi.