‘I segni’ di Monica Baldini

26

Baldini

FANO – Si riapre, gradualmente. E’ iniziata la fase 2 con segnali positivi dai contagi ma la Natura ci spinge all’attenzione e alla prudenza, come racconta nei suoi versi la poetessa fanese Monica Baldini. Il sole radioso e gli uccellini che tagliavano l’azzurro, i suoni e i profumi dei fiori esplosi in questi mesi e ancor più a Maggio, sembrano essersi messi istantaneamente da parte per lasciare spazio ad un clima grigio e meno festoso. Proprio oggi, giorno atteso di ripresa. “Se il Creato tanto ci ha insegnato in questo periodo, continuerà a farlo se glielo permetteremo”, commenta Monica.

I SEGNI

La pioggia stilla gocce
sul tappeto a cemento,
attesa e lasciva
lenta sul pomeriggio
che scorre.

Tempo di riaperture, nel
grigio che tempra i contorni
adagiando prudenza.

Forse si fa portavoce
di una voce silente,
di un suono sottile
di non spogliarsi
di memorie ombratili
quanto recenti.

Il cielo plumbeo,
il mare blu navy,
le pozzanghere a terra
i fruscii delle ruote.

Si riapre nel silenzio, dunque,
con i primi passi nella calma
di mesta preparazione-attenzione.