Giornata del Teatro in Carcere, il 27 marzo seminario di formazione on line

23

Venezia e Palermo sotto la lente dell’Istituto Internazionale del Teatro – ITI Unesco.Evento inaugurale della VIII Giornata Nazionale del Teatro in Carcere in concomitanza con la Giornata Mondiale del Teatro 2021

URBINO – Sabato 27 marzo 2021 dalle ore 15.00 alle ore 16.30 (fuso orario UTC+1 Roma), in modalità online, il Coordinamento Nazionale Teatro in Carcere, costituito da oltre 50 qualificate esperienze professionali (www.teatrocarcere.it) e l’International Network Theatre in Prison / ITI Unesco Partner Organization (www.theatreinprison.org) organizzano come evento inaugurale della Ottava Giornata nazionale del teatro in carcere in concomitanza con la Giornata Mondiale del Teatro 2021 (World Theatre Day, promossa dall’International Theatre Institute-Unesco e dall’ITI-Italia) un seminario di formazione internazionale su due significative esperienze italiane di teatro in carcere con adulti e minori a Venezia e a Palermo. L’iniziativa si rende possibile grazie al Protocollo d’Intesa sulla promozione del teatro in carcere tra Coordinamento Nazionale Teatro in Carcere, Ministero della Giustizia (Dipartimento Amministrazione Penitenziaria e Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità), Università degli Studi Roma Tre (accordo attivato nel 2013 e rinnovato per il triennio in corso nel 2019 – vedi http://www.teatrocarcere.it/?p=3685) . È sostenuta inoltre nell’ambito di Destini Incrociati, Progetto nazionale a cura del Coordinamento Nazionale Teatro in Carcere (avente come capofila il Teatro Universitario Aenigma dell’Ateneo Carlo Bo di Urbino), dal Ministero della Cultura (Direzione Generale dello Spettacolo dal Vivo).
L’evento, in doppia versione in italiano e inglese (con traduzione simultanea) sarà pubblicato e rimarrà visibile sul canale Youtube www.youtube.com/user/teatroaenigma/, sul sito www.teatroaenigma.it e condiviso sulla pagina Facebook Teatro Aenigma.
Dopo i Saluti di Marta Cartabia (Ministro della Giustizia), Mauro Palma (Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale), l’attenzione si focalizzerà, con documentazioni video, sulle esperienze di Michalis Traitsis (Regista della Compagnia Balamòs Teatro, operante negli istituti penitenziari femminile e maschile di Venezia) in dialogo con Valeria Ottolenghi (Componente dell’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro) e Claudio Collovà (Regista e Direttore artistico di lunga esperienza internazionale, autore a Palermo di una paradigmatica lunga attività con minori d’area penale e a rischio di esclusione sociale) in dialogo con Valentina Venturini (Docente di Storia del teatro all’Università degli Studi Roma Tre).
L’incontro si arricchisce della partecipazione di Tobias Biancone (Direttore Generale dell’ International Theatre Institute – Unesco, che già nel 2019 con il drammaturgo cubano Carlos Celdran e una delegazione internazionale dell’ITI guidata da Fabio Tolledi (Coordinatore ITI Europa) aveva celebrato ufficialmente il World Theatre Day nel carcere di Pesaro e non nell’abituale sede del quartier generale Unesco di Parigi come segno di vicinanza e di rispetto delle attività teatral pedagogiche nelle istituzioni penitenziarie orientate da finalità etiche ed estetiche. L’incontro si chiuderà con la lettura del Messaggio internazionale del World Theatre Day 2021, curato dall’attrice inglese Helen Mirren.
Introduce e conduce Vito Minoia, Esperto di Teatro educativo all’Università di Urbino, Presidente dell’International University Theatre Association e Coordinatore dell’International Network Theatre in Prison – ITI/Unesco Partners.
Nei mesi di marzo-aprile 2021 la Segreteria del Coordinamento Nazionale Teatro in Carcere raccoglierà all’indirizzo teatrocarcereitalia@libero.it informazioni su eventi che, simbolicamente, in tempo di pandemia, saranno consentiti territorialmente (o organizzati online). Si ricorda che nello stesso periodo del 2019 per la VI Giornata Nazionale del Teatro in carcere furono 103 gli eventi promossi in 64 istituti penitenziari italiani ed altri 66 contesti esterni (Contesti per la Giustizia minorile e di comunità, Università, Istituzioni Scolastiche, Uffici di Esecuzione Penale Esterna, Teatri, Enti Locali) di 16 regioni italiane (http://www.teatrocarcere.it/?p=3385).

Le manifestazioni saranno seguite con attenzione anche dall’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro e dalla Rivista Europea “Catarsi-Teatri delle diversità”, animatrice quest’ultima della nascita del Coordinamento tra le esperienze nel 2011. Si veda la registrazione video dell’evento conclusivo dei lavori del XXI convegno internazionale promosso dalla rivista il 31 ottobre 2020 a Urbania dal titolo “Dialoghi tra pedagogia, teatro e carcere”, resa disponibile in italiano (https://www.youtube.com/watch?v=B10HcfqR1yk&t=3134s) e inglese (https://www.youtube.com/watch?v=AejoSkYenxs) in occasione dei primi dieci anni del Coordinamento, evento che segna la maturazione di una lunga esperienza avviata in Italia alla fine degli anni settanta e divenuta contesto formativo di riferimento a livello internazionale.