Gabicce, presentato il logo della Riviera del San Bartolo

29

Gabicce Mare, Gradara e Pesaro presentano la brand identity della nuova destinazione turistica “La Riviera del San Bartolo”

GABICCE (PU) – Presentata questa mattina, presso l’“Eden Rock” di Gabicce Monte, la brand identity della nuova destinazione turistica “La Riviera del San Bartolo”, durante il quinto workshop sul turismo “Fare rete per il territorio”, organizzato dall’Amministrazione Comunale di Gabicce Mare, in collaborazione con il Comune di Pesaro e di Gradara.

Il distretto culturale e turistico che valorizza le unicità della porta nord delle Marche nasce da un percorso iniziato nel 2020 con la firma del protocollo tra i Comuni di Pesaro, Gradara e Gabicce Mare. Nel 2021, si è ritenuto necessario dotare il distretto di un brand, così è stato indetto dai tre Comuni e organizzato, su mandato delle tre amministrazioni comunali, da Gradara Innova, un concorso di idee che ha raccolto ben 48 elaborati presentati, per la scelta del logo e della brand identity. La proposta grafica di Laura D’Amico è stata la più convincente e si è imposta sui 19 finalisti, dopo un’attenta valutazione incrociata e programmata in due fasi, conclusasi con la somma dei dati elaborati dai componenti della commissione.

Ad aprire il workshop gli interventi del Sindaco di Gabicce Mare Domenico Pascuzzi, del Sindaco di Gradara Filippo Gasperi e del Vicesindaco di Pesaro Daniele Vimini, i quali condividono dall’origine le strategie di valorizzazione della Riviera del San Bartolo e l’importanza di lavorare in rete. Presenti anche il Consigliere Regionale Andrea Biancani e il Presidente del Parco del Monte San Bartolo Stefano Mariani.

“Oggi finalmente la Riviera del San Bartolo, da noi proposta, diventa realtà- sottolinea il Sindaco Domenico Pascuzzi- .Già da qualche anno è nata una collaborazione con Gradara dal punto di vista turistico e oggi siamo ad un punto di partenza con la proposta di far nascere una nuova destinazione turistica che si identifica nel Parco San Bartolo e che coinvolge anche Pesaro”. Ci siamo affidati a Gradara Innova per l’identificazione di un brand tramite un concorso di idee e oggi la presentazione del nuovo logo creato da Laura D’Amico sancisce la nascita di una destinazione unica che unisce mare, natura e cultura. Pesaro Capitale della Cultura 2024 sarà un ulteriore trampolino di lancio del nostro progetto”.

“Non è più possibile fare turismo di un certo tipo se non si fa insieme – sottolinea il Sindaco Gasperi -.Mettere insieme tre territori diversi ma unici nel loro genere è la scelta giusta. Complimenti a Laura D’Amico che con il suo logo è riuscita a comunicare al meglio questi luoghi, coniugando in maniera perfetta le bellezza di questa area. Faccio i complimenti anche Straccini e Gradara Innova per il bando, che è stato concepito veramente bene. Siamo sulla strada giusta, dobbiamo continuare così”.

“È stato fatto un grande lavoro di squadra – continua il Vicesindaco di Pesaro Vimini -.Questo è solo l’inizio, ora bisogna proseguire a raccontare maniera sinergica gli eventi della Riviera del San Bartolo. Dobbiamo impegnarci per fare funzionare al meglio questo brand, che non è solo un logo, ma una strategia molto articolata e condivisa tra pubblico e privato”.

“Pesaro è la città della cultura, Gabicce è conosciuta per il mare e Gradara per il suo castello – spiega il Consigliere Biancani -. Mettere insieme queste tre realtà non è stato facile, ma questo tipo di promozione è il vero valore aggiunto di tutta l’operazione di marketing turistico. La Regione Marche ha contribuito con piacere a mettere in piedi la Riviera del San Bartolo”.

Il Presidente di Gradara Innova Silvano Straccini, in qualità di coordinatore del progetto, ha introdotto la presentazione del nuovo brand, che è stato illustrato dalla graphic designer Laura D’Amico, la quale per disegnare la Riviera del San Bartolo ha scelto una forma geometrica che permette di leggere complessivamente un cuore, un fiore o un diamante, tutti elementi che hanno a che fare con la meta turistica da promuovere.

“Il logo, al suo interno ha quattro blocchi di colore che rappresentano, dal basso verso l’alto, l’azzurro del mare, il verde del monte San Bartolo che si divide in due metà: Gabicce e Pesaro; al culmine il rosso delicato per Gradara, che si cela nel monte, rappresenta tutte le realtà di ville, borghi e centri storici presenti all’interno del territorio, al quale si affianca il giallo, tipico delle ginestre, che rappresenta l’aspetto sensoriale (gusto, olfatto, vista, tatto e udito)”. – racconta la D’Amico”. Un termine del mondo botanico è stato scelto da Laura D’Amico per costruire la headline: “Una gemma tra natura e cultura alle porte delle Marche”. “La gemma riprende il germogliare proprio del San Bartolo che rinasce e questa volta e si irradia in tre differenti infiorescenze: Pesaro, Gabicce e Gradara”. – conclude la designer.