Fondazione Scarponi: “No ai 150 km orari in autostrada”

25
Michele Scarponi

ANCONA – No all’aumento della velocità fino a 150 kmh orari in autostrada. E’ la posizione espressa dalla Fondazione Michele Scarponi, intitolata al campione di ciclismo morto in un incidente stradale, durante l’audizione alla Camera dei Deputati per le modifiche al nuovo codice della strada.

La Fondazione ha depositato le petizioni di cui è promotrice, che puntano tra l’altro a definire una distanza minima di 1,5 metri per il sorpasso dei velocipedi, al posto della “distanza adeguata” ora prevista dalla legge, a definire sanzioni per gli enti per gli Enti che non provvedono a realizzare percorsi ciclabili nel caso di strade di nuova realizzazione o manutenzioni straordinarie, e ancora per l’installazione obbligatoria dei dispositivi di limitazione di velocità Isa (Intelligent Speed Adaptation), una campagna quest’ultima veicolata in tutti i Paesi Ue.

Parere favorevole dalla Fondazione Scarponi a tutte le misure per la tutela e l’incentivazione della mobilità ciclistica e dell’utenza fragile in generale.