Fermo, verde pubblico: quasi ultimati gli interventi sul territorio comunale

23

FERMO – Dopo due mesi di lockdown nel quale è stata inibita ogni attività di manutenzione delle aree pubbliche, la squadra del verde a Fermo è già riuscita a completare il primo giro di sfalci recuperando il tempo perso. Gli interventi, che vedono come sempre insieme l’Assessorato alle Politiche Ambientali e la Fermo Asite, stanno per essere ultimati in tutto il territorio comunale. Una tabella di marcia, intensa come consuetudine, che ha visto l’intera città interessata da un’azione di sistemazione di aree verdi, scarpate, aiuole, e numerosi parchi in cui la vegetazione era rigogliosa.

Fermo è un territorio esteso e variegato che presenta centri urbani, lungomare, collina e campagna con esigenze e modalità di cura diversa. La Fermo Asite ha dovuto, negli anni, maturare competenze in questo ambito, dotarsi di attrezzature dedicate e, soprattutto, implementare attraverso la continua formazione del Personale la flessibilità necessaria per poter concentrare in un periodo breve un elevato carico di lavoro. Tutto ciò è stato fondamentale per farsi trovare pronti in questo periodo di emergenza.

“Un grandissimo ringraziamento alla Fermo Asite e al suo Personale per quanto fatto e per quanto sta facendo – ha detto il Sindaco Paolo Calcinaro – nel periodo dell’emergenza sanitaria non ha mai fatto mancare il suo impegno ed il suo lavoro quotidiani, senza contare anche in questi giorni la pulizia delle spiagge, non ultimo il lavoro di pulizia dopo la mareggiata dell’altra notte. I cittadini devono essere orgogliosi di questo Personale con cui è stato raggiunto un livello davvero molto alto”.

“A causa della forzata interruzione dei servizi con devoluzione degli operatori in altri delicati incarichi, era normale aspettarsi un ritardo nella programmazione e nell’esecuzione degli interventi – le parole dell’assessore alle Politiche Ambientali Alessandro Ciarrocchi. L’essere comunque riusciti in cosi poco tempo a ricostituire un decoro soddisfacente è motivo di vanto per coloro che lavorano in questo settore. Sicuramente il fatto di poter contare sul proprio Personale e non dover dipendere da affidamenti esterni ha fatto la differenza. In meno di 30 giorni di lavoro sono stati recuperati oltre due mesi di stop forzato dovuto all’emergenza sanitaria. Tutto ciò è stato reso possibile dall’eccellente programmazione del servizio, dalla professionalità acquista in questi anni di esperienza e soprattutto dalla volontà di restituire alla città quella normalità di cui aveva bisogno. I risultati ottenuti in tempi di record sono la riprova della bontà della scelta di affidare il sevizio alla squadra di Asite, una decisione forte che sta portando i propri frutti, al pari di quella di affidare all’azienda la cura della spiaggia”.

Come ricordano il direttore generale Emilio Cuomo ed il responsabile del settore Ambiente della Fermo Asite Gionni Renzi, il servizio è stato assegnato ad Asite diversi anni fa e le difficoltà all’inizio sono state molte in quanto occorreva mappare accuratamente il territorio e svolgere lavori ove il verde non era stato curato per lungo tempo; solo creando una squadra di operatori competente e affiatata si è riusciti a dare alla città un’immagine di cura e pulizia. Le attività sono migliorate anno dopo anno sia per la maggiore esperienza del Personale sia per le attrezzature che la società ha messo a disposizione del settore.
Quest’anno l’attività del verde pubblico è potuta partire solo il 4 maggio ed è stata concentrata in un solo mese nonostante l’aumentato carico di lavoro, cui si sono aggiunti gli interventi per la pulizia della spiaggia e quelli di adeguamento della raccolta dovuta alle ordinanze regionali per il Covid-19. Lo stesso Renzi esprime soddisfazione sia nei confronti degli operatori sia nei confronti della dirigenza Asite e dell’Amministrazione Comunale per la fiducia e l’autonomia nella gestione del lavoro che ha ricevuto e che ha permesso di rispondere al meglio a queste esigenze, attività che si auspica possano anch’esse contribuire alla ripartenza turistica ed economica del territorio.
L’immagine può contenere: cielo, albero, nuvola, pianta, erba, abitazione, spazio all’aperto e natura