Fermo, intensificati i controlli dei Carabinieri nel territorio provinciale

5

377 persone controllate (di queste 95 gravate da precedenti di polizia) e  ispezionati 326 mezzi; per consumo droghe scattate le segnalazioni  a carico di giovanissimi sorpresi alla guida

FERMO – Nei giorni scorsi, i Carabinieri del Comando Provinciale di Fermo hanno intensificato l’attività di controllo del territorio effettuando diversi posti di blocco su strada al fine di prevenire fenomeni di illegalità diffusa e identificare eventuali soggetti di interesse operativo. In particolare a Montottone i militari della locale Stazione Carabinieri insospettiti dall’atteggiamento nervoso di un utente poco più che 20enne alla guida di un’utilitaria hanno deciso di operare una perquisizione personale sul posto rinvenendo nella sua disponibilità circa 2 gr di marijuana segnalando così il giovane per uso personale di sostanza stupefacente; la patente di guida è stata ritirata. Analogamente, a Magliano di Tenna i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno segnalato per uso personale di sostanza stupefacente un 20enne che era alla guida della sua autovettura e a seguito di controllo veniva trovato in possesso di pochi grammi di hashish, anche la sua patente è stata ritirata. Ennesima segnalazione per detenzione di sostanza stupefacente questa volta a Monte Urano dove i Carabinieri della Stazione hanno controllato un giovane 27enne che a bordo della sua auto veniva trovato in possesso di uno spinello contenente hashish, detenuto per uso personale. Altra patente ritirata. A Monterubbiano invece un 54 enne già noto alle forze dell’ordine dovrà rispondere del reato di violazione dei doveri su cose sottoposte a sequestro e violazione dei sigilli, l’uomo infatti, benche’ nominato custode giudiziario di un’auto già oggetto di sequestro per mancanze della copertura assicurativa, nominatone custode affidatario, ne consentiva l’utilizzo a terzi, in assenza di specifica autorizzazione e in violazione della normativa in materia di custodia. I militari di Porto San Giorgio hanno invece denunciato per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità un giovane foggiano classe 1996, pregiudicato, sottoposto all’obbligo di dimora nel comune di Loreto, emesso dal Tribunale di Pesaro e a foglio di via obbligatorio con divieto ritorno a Porto San Giorgio. Il giovane veniva infatti sorpreso dai Carabinieri a bordo di un’auto in compagnia di un altro pregiudicato campano. Per il recidivo veniva quindi proposto un aggravamento delle misure già a suo carico. Nel corso del servizio di prevenzione i militari del Comando Provinciale hanno identificato 377 persone (di queste 95 sono risultate gravate da precedenti di polizia) e 326 mezzi. La proiezione esterna ed il controllo del territorio, capillare ed orientato alla prevenzione e repressione delle forme di illegalità diffusa, rappresentano una priorità che sarà attuata sistematicamente con la pianificazione di analoghi servizi.