Fermo, si aggirava nei pressi di Istituti Scolastici armato di coltello: denunciato un giovane

6

FERMO – I militari della Sezione Radiomobile della Compagnia di Fermo hanno denunciato alla Procura della Repubblica un ragazzo, da poco maggiorenne, per il reato di possesso ingiustificato di strumenti atti ad offendere.
L’altra mattina, una gazzella della Radiomobile è intervenuta presso l’Istituto Liceo Scientifico “Onesti” del capoluogo, in seguito a richiesta telefonica giunta alla Centrale Operativa dell’Arma, da parte del personale docente. Questi ultimi avevano infatti segnalato la presenza, in quel parcheggio, di un giovane estraneo alle attività scolastiche, verosimilmente in possesso di un coltello.
I militari, immediatamente giunti sul posto hanno constatato che il ragazzo si era però già allontanato. Dopo aver acquisito la sua descrizione i Carabinieri hanno avviato le ricerche nella zona, rintracciando ed identificando il giovane, poco dopo, all’interno del cortile del vicino Istituto Tecnico Economico e Tecnologico “Carducci”. Si tratta di un ex alunno residente in provincia di Fermo, da poco maggiorenne. Nel corso del controllo, il ragazzo ha consegnato spontaneamente un coltello a serramanico, della lunghezza complessiva di 20 centimetri (dei quali 8,5 di lama) che custodiva all’interno di un marsupio. Non sono ancora noti i motivi per cui il giovane detenesse l’arma bianca. La conseguente perquisizione personale, per la ricerca di altre armi o eventuali altri oggetti atti ad offendere ha dato comunque esito negativo. I Carabinieri hanno quindi sequestrato il coltello e denunciato il diciottenne alla Procura Fermana per possesso ingiustificato di strumenti atti ad offendere.

IL COMANDO PROVINCIALE DI FERMO  precisa che l’episodio di cronaca viene reso noto  nel rispetto dei diritti delle persone indagate, da ritenersi presunte innocenti in considerazione dell’attuale fase del procedimento – indagini preliminari – fino ad un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile, e al fine di assicurare il diritto di cronaca costituzionalmente garantito.