Fano, “Passaggi digitali”: incontro con Chiara Colombini

37

L’autrice di “Anche i partigiani però…”, venerdì 23 aprile prossimo , in diretta Facebook, sarà intervistata    da Marino Sinibaldi

FANO (PU) – Rileggere la Resistenza nel contesto storico, senza semplificazioni né retorica e senza i filtri del presente. Continuano gli appuntamenti di Passaggi Digitali, rassegna online di Passaggi Festival che anticipa l’evento in presenza dedicato alla saggistica, in programma a Fano dal 18 al 25 giugno: venerdì 23 aprile ospite della diretta Facebook ,che prenderà il via alle 19, sarà Chiara Colombini autrice di “Anche i partigiani però…” (Laterza), intervistata da Marino Sinibaldi, presidente del Centro per il Libro e la Lettura, componente del comitato scientifico del festival e curatore della rassegna insieme con Brigida Gasparelli (Ufficio Stampa Passaggi).

L’incontro si avvale del patrocinio del Comune di Fano, assessorato ai Servizi Educativi e al Turismo, e sarà trasmesso in contemporanea dalle pagine Facebook di Passaggi Festival, Laterza, Librerie Coop, Visit Fano e Memo – Mediateca Montanari.

Chiara Colombini, storica, ricercatrice presso l’Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea “Giorgio Agosti”, restituisce concretezza alla distanza che ci separa da quei venti mesi che trascorsero dal 1943 al 1945 e che segnarono in maniera così significativa la storia del nostro Paese. E lo fa calandosi nel contesto di quegli anni, duri e drammatici ma anche pieni di speranza e di voglia di ricostruire, e riconducendo la Storia alla sua verità attraverso la ricerca e gli strumenti che le sono propri. L’obiettivo è opporre alle semplificazioni, alle fake news storiche che impazzano sui social network e alle riletture anche strumentali che si sono succedute negli anni, un’analisi appassionata ma legata ai fatti, precisa e priva di retorica, per puntellare il passato così da dargli – e darci- punti fermi sui quali ricostruire il futuro. Perché, scrive Colombini “non si tratta né di celebrare, né di giustificare a ogni costo, ma al contrario di conoscere ciò che è stato, di farsene carico in tutti i suoi aspetti: e di rivendicarlo per come è stato. Una battaglia come questa, poco importa se di retroguardia o no, merita di essere combattuta”.

L’ultimo incontro di questa seconda edizione di Passaggi Digitali, condotto da Marino Sinibaldi, è mercoledì 12 maggio con Ezio Mauro che presenterà il suo libro “La dannazione. 1921. La sinistra divisa all’alba del fascismo” (Feltrinelli).

www.passaggifestival.it