Fano, “Lo chiamavano Trinità”: il 18 agosto all’Arena BCC

47

Birra e fagioli per tutti e premi per chi si vestirà a tema

FANO – Questa estate l’Arena BCC dedicherà una serata speciale a tema al recupero e rilancio di un capolavoro della cinematografia italiana che magari le nuove generazioni conoscono poco o non conoscono affatto.

La proposta suggerita in occasione dei 50 anni dall’uscita al cinema – e lo spunto per i tanti imitatori – sarà, martedì 18 agosto a partire dalle ore 20.30, Lo chiamavano Trinità, indimenticato cult del western comico italiano.

In questo caso il caloroso invito – per chi vorrà, naturalmente, senza nessun obbligo – è quello di raggiungere l’Arena BCC vestito a tema, tenendo conto che la direzione del cinema riserverà premi sia per la persona sia per il gruppo che si presenterà alla serata con l’abbigliamento più brillante e adeguato alla circostanza. Oltre a questo è il caso di sottolineare che chi si presenterà debitamente mascherato in stile “Trinità” potrà acquistare il biglietto a prezzo ridotto (6 euro anziché 8).

Girato nel 1970 da E.B. Clucher (che doppiò poi con il sequel “…continuavano a chiamarlo Trinità”), il film è ormai unanimemente considerato un classico del cinema italiano, apprezzato sia dagli affezionati del western che da quelli del genere comico. In realtà il film è una divertente parodia dei più cruenti spaghetti-western, di cui ricalca fedelmente lo stile, anche se le sparatorie vengono sostituite dalle celebri scazzottate della coppia Bud Spencer e Terence Hill.

Inutile qui ripercorrere la trama di un film che fu vice campione d’incassi nella stagione cinematografica italiana 1970-71, ma soprattutto campione d’ascolti nei suoi innumerevoli passaggi televisivi: basti pensare che in una prima serata del 1988, quasi vent’anni dopo la sua uscita, l’Auditel calcolò che lo videro in 11 milioni! Una chiara dimostrazione che la pellicola è invecchiata benissimo.

Al tempo stesso Lo chiamavano Trinità è andato oltre ogni più rosea previsione nel riuscire a conciliare il successo di pubblico e di critica. Quest’ultima fu infatti estremamente generosa, sostenendo che il film creava un sottogenere parodistico in grado di ironizzare in maniera intelligente su molti stereotipi dello “spaghetti western” fino a ridefinirlo come un “fagioli western”.

Proprio da questa definizione ha tratto spunto la direzione per organizzare la degustazione compresa nella serata, a base di birra e fagioli per tutti. In questo caso l’invito (facoltativo) è quello di portarsi una padella da casa: chi lo farà potrà più agevolmente partecipare al rito collettivo – un classico del genere western – consistente nel mangiare la propria razione nel tegame.

C’è un’ultima, grande sfida che è stata lanciata per questa occasione speciale: chi si presenterà al cinema utilizzando un cavallo vero attrezzato con un “travois” indiano, cioè la famosa slitta utilizzata nella pellicola da Terence Hill, vincerà un superpremio. Vedremo se qualcuno farà anche questa follia, che renderebbe la serata ancora più divertente.

L’appuntamento è dunque per martedì 18 agosto all’Arena BCC di Fano in strada Petruccia: l’ingresso sarà consentito a partire dalle ore 20.30. I fagioli e la birra verranno dati presso i locali Tre Ponti, poi ci si sposterà in arena per il film che comincerà al consueto orario delle 21.30.

Prenotazioni via e-mail a cinema@cinemafano.it o via SMS o Whatsapp al numero 333.9976194. Basta scrivere nome, cognome e numero di persone.

Inoltre è possibile acquistare sin da subito il biglietto online direttamente a questo indirizzo: https://bit.ly/2XMquK8

Cinema Politeama
via Arco d’Augusto, 57
61032 Fano (PU)
0721 1835218 – 3339976194