Fano, ecco il nuovo ponte sull’Arzilla

Ieri la cerimonia di inaugurazione. Ceriscioli: “Struttura belle e funzionale che qualifica l’area”. Minardi: “Soluzione progettuale di qualità con lo sguardo rivolto al futuro”

FANO – È stato inaugurato, a Fano, ieri pomeriggio, il nuovo ponte ciclopedonale sull’Arzilla, in corrispondenza del Lido cittadino. Sostituisce la vecchia struttura in cemento armato, realizzata dalla Regione negli anni Ottanta, a cura dell’allora Genio civile di Pesaro. Oramai fatiscente e in avanzato stato di degrado strutturale, è stata sostituita da un moderno impalcato reticolare, snello e caratterizzato da pesi ridotti rispetto al precedente.

L’opera è stata curata dalla PF Tutela del Territorio di Pesaro Urbino. La Regione trasferirà la proprietà del manufatto al Comune. Alla cerimonia di inaugurazione sono intervenuti il presidente Luca Ceriscioli e il vice presidente dell’Assemblea legislativa, Renato Claudio Minardi.

“Un ringraziamento va rivolto a tutti coloro che hanno lavorato alla realizzazione di quest’opera, non solo utile ma bella, collocata nel contesto ambientale di riferimento con grande sensibilità – ha dichiarato Ceriscioli – Il ponte rappresenta il proseguimento della ciclabile lungo l’Adriatico: se vogliamo, un pezzo della Ciclovia Adriatica. In tempi tecnici rapidi, l’ex Genio civile ha approntato un attraversamento ciclopedonabile tra i più belli che abbia visto. Adatto alla funzione da svolgere, sicuro strutturalmente, esteticamente elegante, in riva al mare: la sua presenza qualifica l’area e rende orgogliosi quanti hanno consentito la sua realizzazione”.

Soddisfazione è stata espressa anche dal vicepresidente Minardi: “Finalmente inauguriamo un’opera importante e tanto attesa dalla comunità di Fano. Sono particolarmente soddisfatto poiché insieme al sindaco Massimo Seri abbiamo fatto una scelta basata sulla qualità e sulla sicurezza. Potevamo percorrere la via più semplice e veloce, potendo sistemare il vecchio passaggio; invece, abbiamo guardato al futuro. Grazie al presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli che ha condiviso la scelta e che ha finanziato l’investimento con 136 mila euro, in soli 4 mesi siamo riusciti a pensarlo, progettarlo e realizzarlo. Oggi la Regione Marche dona alla città un ponte moderno, un’opera d’arte che arricchisce il contesto urbano del Lido e dell’Arzilla e rende un servizio ai cittadini e ai turisti che tanto amano la città, i suoi tesori e il suo mare”.

L’infrastruttura, a due campate simmetriche alte 2,70 metri, è stata installata in prossimità della foce del torrente Arzilla. Sostituisce il precedente attraversamento in cemento armato, ora demolito. Ha una lunghezza di circa 40 metri (19,40 a campata) e un peso di 16 tonnellate. È stato realizzato in acciaio zincato, con verniciatura speciale bianca a “ciclo marino” che garantisce una maggiore durata di vita vicino al mare e che richiama il ponte metallico esistente nella vicina area portuale. Ha una larghezza maggiore del vecchio attraversamento, passata da 180 a 251 centimetri che rappresenta, indubbiamente, per la funzionalità garantita, la caratteristica più importante del nuovo impalcato.