Emma al PalaPrometeo di Ancona, biglietti ancora disponibili

ANCONA – Dopo la prima parte del tour “Essere qui”, a febbraio Emma, con la sua inconfondibile grinta, tornerà a calcare il palco dell’Exit, il suo personale club musicale, per emozionare e coinvolgere tutto il suo pubblico con i brani estratti dall’ultimo disco di inediti “Essere qui” e tante altre grandi sorprese!

Il tour farà tappa venerdì 22 febbraio, alle ore 21, al PalaPrometeo di Ancona. Organizzazione Elite Agency Group/M&P Company. Biglietti disponibili sul circuito TicketOne www.ticketone.it (online e punti vendita):

  • primo anello gold numerato 65 euro
  • primo anello numerato 60 euro
  • tribuna F numerata e primo anello numerato di secondo settore 50 euro
  • parterre in piedi 40 euro
  • secondo anello non numerato 35 euro (diritti di prevendita inclusi)

Info: 0871.685020, www.elitegroup.it

Il tour segue l’uscita di “Essere qui – Boom edition”, il nuovo progetto discografico di Emma contenente il nuovo singolo “Mondiale”, tutti i brani del disco “Essere qui” e 3 inediti: “Incredibile voglia di niente”, “Nucleare” e “Inutile Canzone”, brano che segna il ritorno di Emma come cantautrice.

“ESSERE QUI – BOOM EDITION” oltre che nella versione standard è disponibile anche in uno speciale formato MAGAZINE, interamente scritto e ideato da Emma, composto da 8 racconti senza filtri, immagini live e inediti scatti di Tony Thorimbert che ne catturano la vera essenza.

«Ho voluto fortemente lavorare a questo progetto perché ho sentito il bisogno di raccontarvi delle “storie” – spiega Emma – di raccontarvi di me e di farlo soprattutto a modo mio, un po’ strambo, tragicomico, ma tremendamente vero. È stato molto faticoso aprire i cassetti chiusi a chiave e tirare fuori le parole, i pensieri più intimi e profondi, le paure, tutto l’amore. Allo stesso tempo mi sono sentita leggera e forte davanti a tutto quello che ho avuto il coraggio di scrivere, rileggendo tutte le pagine ho pianto e ho riso, sono passata dal sentirmi sconfortata e debole al vedermi come una donna forte e determinata, una lunga seduta d’analisi, faccia a faccia con me stessa, perché ogni tanto è giusto fare i conti e tirare le somme, anche se la matematica non mi è mai piaciuta!».