Ad Ortezzano un intero weekend con DegustandOrtezzano

35

Il 22 e 23 agosto cibo, vino e tradizione per questo evento che racconterà la cultura dell’accoglienza che contraddistingue Ortezzano

degustandortezzano

ORTEZZANO – In un momento di emergenza sanitaria causata dal Covid-19 come quello che stiamo vivendo, pur nella consapevolezza dell’assoluta necessità di non abbassare la guardia e di rispettare le norme di sicurezza anti-covid, Ortezzano, animato dalla creatività e dallo spirito di iniziativa che da sempre lo contraddistingue, non vuole rinunciare a promuovere sé stesso e le sue tante eccellenze e a creare momenti in cui poter valorizzare la cultura enogastronomica locale.

Per questo gli attori principali dei più importanti appuntamenti enogastronomici ortezzanesi: la Festa del Vino, il Leccabaffi e la Sagra dell’Agnello co’ o vattuto, hanno deciso di unire le forze, mettere insieme competenze, esperienze, passione e amore per il proprio territorio e dare vita ad un evento unico ed eccezionale: “DegustandOrtezzano”.

Un intero weeke-end, quello del 22 e 23 Agosto, in cui l’Associazione “Festa del Vino”, l’Associazione sportiva San Filippo Neri, la Pro Loco di Ortezzano, con il patrocinio del Comune di Ortezzano, proporranno ai visitatori il meglio dei piatti appartenenti alla tradizione culinaria locale, innaffiati dai migliori vini locali.

“DegustandOrtezzano”, vuole essere un viaggio sensoriale alla scoperta delle tradizioni culinarie locali ed offrire l’opportunità al pubblico di vivere tre esperienze in una, con una nuova formula, dettata dal difficile momento che il paese sta vivendo, ma che, in questo caso, è diventato stimolo per unirsi, lavorare insieme e creare qualcosa di nuovo e non motivo per arrendersi.

Cibo, vino e cultura tradizionale, che da sempre dialogano nel nostro quotidiano, saranno i protagonisti di questo speciale evento che racconterà la cultura dell’accoglienza che da sempre contraddistingue Ortezzano

Sabato, a partire dalle ore 20.30, si potranno degustare polenta bianca salsiccia e tartufo; agnello alla brace co’ Vattuto oppure braciole e salsiccia; melanzane grigliate e pomodori freschi; pesche della Valdaso; cantucci e vino cotto; Passerina e Sangiovese. Domnica , invece, sempre dalle ore 20.30, pappardelle al sugo di lepre, agnello alla brace co’ Vattuto oppure braciole e salsiccia; melanzane grigliate e pomodori freschi; pesche della Valdaso; cantucci e vino cotto; Passerina e Sangiovese. I menù saranno proposti al costo di 25 euro.

Posti limitati, servizio al tavolo. Solo su prenotazione entro il 20 agosto, contattando i numeri 3319968640 (Amos), 3356075366 (Mauro) e 3396805009 (Maria Grazia).