“De SIDERA a proposito di stelle”, dal 18 al 22 ottobre a Macerata

23

Il percorso è una versione ridotta del tour “Macerata e l’Arte del cielo”, nuova proposta turistica e culturale in città

MACERATA –  Si svolgerà a Macerata dal 18 al 22 ottobre “De SIDERA a proposito di stelle”, un’iniziativa realizzata nell’ambito del progetto europeo ADRINETBOOK (cod 876) – programma Interreg Adrion 14 – 20 e che lancia una nuova proposta turistica in città e non solo.
Si tratta del tour “Macerata e l’Arte del cielo”, realizzato in collaborazione con la ditta Expirit, grazie al supporto scientifico della filologa Elena Santilli, basato su un approccio esperienziale, in cui i luoghi classici della cultura sono rivisitati in chiave astronomica. A fare da guida ai visitatori il testo cinquecentesco “Astronomicum Caesareum” di Pietro Apiano, conservato all’interno della Biblioteca Mozzi Borgetti che conduce il visitatore alla scoperta di una Macerata inedita dove i libri diventano viaggi. All’interno dell’evento “De Sidera. A proposito di stelle” sarà possibile sperimentare una versione ridotta del tour.
La settimana sarà arricchita dagli eventi culturali del festival di arte, musica, cinema e poesia organizzato dalla casa editrice Industria&Letteratura in collaborazione con l’associazione culturale C-Lindro con la direzione artistica di Filippo Davoli.
“Musica e poesia, e le stelle. Un percorso nuovo si apre a Macerata – interviene l’assessore alle Politiche europee Marco Caldarellidalla scienza all’arte, dall’astronomia alla contemplazione del bello: con animo lieto salutiamo il ritorno a Macerata di un evento culturale così trasversale e così ricco. La poesia, cioè la creazione in parole, danzerà sulle note della creazione musicale, con un respiro ampio e luminoso, evocando de-sideri e con-siderazioni, illuminati dalle stelle”.
“Ancora una volta, partendo dai tesori conservati nella nostra preziosa Biblioteca Mozzi Borgetti, siamo riusciti, attraverso un lungo lavoro di studio e ricerca, a ideare e sviluppare un percorso culturale che ci aiuta a scoprire un nuovo modo di fruire i luoghi classici della cultura – dice l’assessore alla Cultura Katiuscia Cassetta -. Un percorso che ha permesso di innestare competenze e conoscenze per valorizzare il nostro patrimonio. Le stelle, che da sempre guidano l’umanità alla ricerca della strada e che hanno innescato percorsi di ricerca e sapere, ancora ci guidano in modo qui gioioso ed innovativo in un tour culturale aperto a studenti, famiglie e visitatori che vorranno approfittare di un nuovo mezzo per ampliare le proprie conoscenze e soddisfare curiosità e, perché no, anche desideri!.”
“Il nostro obiettivo è quello di promuovere, valorizzare e proteggere in modo sostenibile il patrimonio culturale che Macerata offre – afferma l’assessore al Turismo Riccardo Sacchispingendo sempre più persone a prenderne coscienza. Il progetto europeo ADRINET, di cui il comune di Macerata è capofila, punta esattamente a questo attraverso la digitalizzazione di beni librari, la conservazione del patrimonio culturale e la realizzazione di itinerari turistici ad esso correlati. L’evento “De Sidera. A Proposito di Stelle.” si inserisce a pieno titolo in quest’ottica. E il titolo non è assolutamente casuale. Ci sono tanti modi per raccontare una terra e valorizzare il suo patrimonio culturale. Noi vogliamo farlo offrendo ai
turisti, ma anche ai maceratesi, la possibilità di scoprire la nostra città in un modo originale e inedito.Abbiamo quindi messo a punto un itinerario che è stato commercializzato a partire dal 18 ottobre e che coinvolge i Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi, la Torre Civica e la Biblioteca Mozzi Borgetti. ‘DeSidera’ intende promuovere e valorizzare questo itinerario coinvolgendo il maggior numero di persone e facendole conoscere questa originale forma di turismo. Infatti, “a proposito di stelle” (riferimento al titolo), quello dell’Astronomicum si inserisce tra i tour gratuiti rivolti ai turisti e ai residenti”.
Il tour “Macerata e l’Arte del Cielo” prevede tutte le mattine dal 18 al 22 ottobre:
– partenza alle ore 10.15 da Palazzo Buonaccorsi – passaggio in piazza della Libertà e spiegazione dell’orologio astronomico – visita e salita alla Torre Civica – visita Biblioteca Mozzi Borgetti
I pomeriggi dal 18 al 21 ottobre:
– partenza alle ore 15.45 da Palazzo Buonaccorsi – passaggio in piazza della Libertà e spiegazione dell’orologio astronomico – visita alla Biblioteca Mozzi Borgetti
Per partecipare agli open day è possibile prenotare inviando una mail a macerata@sistemamuseo.it
La partenza dei tour è garantita con un minino di 5 partecipanti fino ad un massimo di 15.
Per quanto riguarda invece la proposta culturale il direttore artistico Filippo Davoli interviene spiegando il senso di “De Sidera”: “Il titolo degli eventi in programma, giocato di proposito su un errore grammaticale latino che tuttavia richiama tanto il tema delle stelle, è declinato in vari ambiti della cultura e dell’arte quanto il tema del desiderio che ad esso si collega”.
Il programma prevede per giovedì 20 ottobre all’Auditorium della Biblioteca Mozzi Borgetti:
– alle 18 “Cosmogonie e Stardom”, si confronteranno le “stelle malate” nella pittura dell’artista Irene Dipré e quelle dello star-system, attraverso le parole di Fania Petrocchi, produttrice di fiction tv (ampia la collaborazione con la RAI per la quale, tra le altre, ha prodotto la vita di San Pietro conOmar Sharif); Petrocchi ha dedicato allo “Stardom” un recente volume;
– a seguire, alle 19, la presentazione del docufilm sull’Inferno di Dante, “Mirabile visione” (interpreti Benedetta Buccellato e Luigi Diberti) alla presenza del regista Matteo Gagliardi (di Gagliardi si ricorda il precedente docufilm “Fukushima”, in rotazione su Sky Cinema).
Venerdì 21 ottobre, sempre all’Auditorium della Biblioteca Mozzi Borgetti:
– alle ore 18, “Vaghe stelle dell’Orsa”, un itinerario “stellare” nella poesia italiana da Leopardi a Mario Luzi con il poeta e critico maceratese Guido Garufi e il cantautore Enzo Nardi.
– alle ore 21, al Teatro Lauro Rossi, “La prima stella della sera” con Carlo Marrale, voce chitarra e autore della prima formazione dei Matia Bazar, per i quali ha firmato successi come quello che dà il titolo all’incontro, ma anche Solo tu, Vacanze romane, Per un’ora d’amore, Ti sento, Stasera che sera, Mister Mandarino, etc. Marrale si racconterà inframezzando le parole alle canzoni che l’hanno reso famoso sia come solista che coi Matia Bazar.
La partecipazione a tutti gli eventi è gratuita e non è necessaria la prenotazione.