Dall’11 al 13 maggio torna al Centro Fiere la 34^ edizione della Raci

MACERATA – Prosegue nel solco delle tre direttrici che il Comune di Macerata le ha voluto dare, Radici Agricoltura, Cibo, Innovazione, la XXXIV edizione della RACI, la più importante rassegna agricola del centro Italia, in programma al centro Fiere di Villa Potenza dall’11 al 13 maggio presentata alla stampa dal sindaco Romano Carancini.

L’edizione 2018 della RACI è un’edizione che affronterà il tema del rilancio delle attività produttive agroalimentari e zootecniche duramente colpite dal terremoto dell’ottobre 20016 ma farà suoi anche i temi dei ministeri delle Politiche agricole, alimentari e forestali e dei Beni culturali e del turismo che hanno proclamato il 2018 Anno nazionale del cibo italiano. Alla Raci quindi saranno protagonisti la valorizzazione dei riconoscimenti Unesco legati al cibo, la promozione in termini turistici dei paesaggi rurali storici, il coinvolgimento e la promozione delle filiere e la lotta agli sprechi alimentari e infine la valorizzazione del patrimonio enogastronomico.

Il Comune di Macerata, forte dei numeri positivi confermati nelle prime due edizioni che si sono svolte sotto la sua egida – nel 2017 totalizzate 20.000 presenze per un incasso di oltre 77.000 euro – anche per il 2018 vede al suo fianco la Regione Marche e la Provincia di Macerata che contribuiscono al grande sforzo organizzativo ed è sostenuto dagli sponsor privati Giessemme, Nuova Veterinaria, Oro della Terra e Banca Macerata.

“In un giorno particolare come quello di oggi in cui Pamela Mastropietro lascia Macerata non si può staccare con semplicità. Ma dobbiamo ripartire dalla semplicità di cose come la Raci, dalla bellezza di questo territorio – ha detto il sindaco Carancini -. Siamo sulla corsia per arrivare dopo aver preso il testimone dalla Provincia che non posso non ringraziare. Ripartiamo da tante novità tra cui quella che riguarda la partenza e l’apertura della Raci che sarà al mattino dell’11 maggio nel segno dei bambini che saranno i protagonisti, insieme agli animali e alla natura di questa XXXIV edizione della Raci”.

Tanti gli eventi e le novità anche per la XXXIV edizione della rassegna agricola illustrate in confer4enza stampa dagli “attori” che daranno vita alla tre giorni nel Centro Fiere di Villa Potenza.

La fiera, che verrà inaugurata con una cerimonia ufficiale venerdì 11 maggio alle 9.30, rimarrà aperta per tutti i tre giorni di svolgimento dalle 9 alle 20, solamente il sabato fino alle 23 per lo spettacolo equestre (con ingresso gratuito dopo le 20) mentre il costo del biglietto di ingresso sarà di 5 euro, 3 euro ridotto over 65 e per chi sarà in possesso della cartolina della Festa dell’Europa, bambini gratis fino a 14 anni.

Circa 180 saranno i capi di Anabic partecipanti, 21 le aziende provenienti dalle province di Ancona, Ascoli Piceno, Macerata, Perugia e Pescara, 8 i capi di razza romagnola che verranno esposti per la prima volta, 80 i cavalli e 150 gli espositori e 5 gli spettacoli equestri.

Sabato 12 maggio al mattino è previsto il 1° Memorial Olindo Pianciaroli, in onore del veterinario morto un anno fa mentre domenica 13 maggio, sempre nella prima parte della giornata, avrà luogo l’asta dei bovini a cura di Anabic e dalle 16 premiazione e assegnazione del premio Campione dei campioni di razza marchigiana intitolato a Valtiero Sangiorgi, morto due anni fa e fondatore di Nuova Veterinaria.
Nei tre giorni di rassegna si svolgeranno anche diverse attività no stop con i laboratori didattici di Cisei e dell’Istituto Agrario, il Villaggio dei bambini con pony e asini, la tradizionale schiusa delle uova a cura della Colombofila, la tosatura delle pecore a cura di Marco Staffolani e sabato 12 maggio, solo di pomeriggio, laboratorio su come si fa il ciauscolo e il prosciutto cotto.

Il padiglione agroalimentare verrà animato da Coldiretti, Copagri, Cia, Confagricoltura, CNA, Confartigianato, Associazione Cuochi, Istituto Alberghiero di Cingoli, AIS, IMT e Mense Verdi Bio del Comune di Macerata.

L’area istituzionale invece ospiterà 10 convegni in collaborazione con le realtà presenti nel padiglione agroalimentare e inoltre con Anabic, Identità contadine e Regione Marche. A questo proposito sabato 12 maggio alle ore 10.30 l’appuntamento è con il convegno “Distretto turistico Marca Maceratese: opportunità per le imprese del ditretto”: “Sarà la prima uscita pubblica del MaMa – ha affermato il vice sindaco e assessore alla Cultura Stefania Monteverde – la presentazione delle opportunità per le imprese per la promozione del territorio”.

Previsti anche momenti di intrattenimento in compagnia dell’immancabile gruppo folkloristico I Pistacoppi mentre il sabato e la domenica pomeriggio verranno organizzati anche balli country.

Anche quest’anno la Raci ospiterà nella giornata dell’11 maggio, fin dal mattino, la giornata finale della VII edizione del progetto Oro della Terra a Tavola ideato e promosso da Oro della Terra e Legambiente Marche e ospiterà 130 bambini appartenenti a 6 classi di Porto Recanati, Loro Piceno, Villa Potenza e Piediripa. Il tema proposto quest’anno è “Cibo ieri, oggi e domani” e su di esso alunni e insegnanti si sono messi in discussione durante l’anno per ideare una piccola rappresentazione da mettere in scena proprio durante la mattinata dell’11 maggio.

Immancabile la presenza alla 34^ RACI delle tre Pro Loco di Macerata, Piediripa e Villa Potenza. La Pro Loco di Macerata curerà l’accoglienza, Piediripa curerà il Ristoraci mentre la Pro loco di Villa Potenza la logistica.

E anche per la 34^ edizione non mancherà il gadget della RACI offerto dall’azienda Paimar.

Info: raci.comune.macerata.it, www.comune.macerata.it, Facebook RACI Rassegna Agricola Centro Italia Provincia di Macerata.