Corridonia, incendio doloso a un locale notturno: scoperto l’autore

75

CORRIDONIA – A seguito di serrate indagini dei Carabinieri di Corridonia è stato identificato l’autore dell’incendio doloso che la sera del 26 dicembre 2023 aveva interessato il Night Club Hollywood di quel centro: si tratta di un italiano, di 40 anni, residente ad Urbisaglia (MC).
Quella sera i Vigili del Fuoco di Macerata erano intervenuti per spegnere le fiamme che avevano avvolto i pannelli in legno dell’insegna del locale notturno e che, avendo già danneggiato gli arredi da giardino, rischiavano di propagarsi anche al locale. Per le modalità attraverso le quali si erano sviluppate le fiamme, sebbene non fossero stati rinvenuti, nel corso del sopralluogo effettuato dagli investigatori, inneschi e tracce di acceleranti, era chiaro che la natura dell’incendio fosse dolosa.
L’ignoto piromane, però, non si è fermato e altri due episodi si sono susseguiti a distanza di tempo. La notte del 4 e del 5 gennaio 2024 sono state date alle fiamme le sterpaglie a ridosso del locale e se non fosse intervenuto prontamente il titolare del night, l’incendio poteva causare ben più gravi danni.
Le tempestive indagini avviate dai carabinieri hanno permesso, però, di chiudere il cerchio sul responsabile degli incendi: secondo gli investigatori è il 40enne di Urbisaglia, A.P. queste sono le iniziali del suo nome, ad avere appiccato le fiamme la sera del 26 dicembre e nelle altre due occasioni dei primi giorni di quest’anno. A lui sono arrivati attraverso un certosino lavoro che si è sviluppato anche attraverso la visione di diversi filmati registrati dalle numerose telecamere di videosorveglianza installate nella zona. Attraverso le testimonianze raccolte, anche il movente del gesto è stato chiaro: una vendetta per essere stato costretto ad allontanarsi dal locale in quanto, già in stato di alterazione alcolica, pretendeva che gli venissero serviti ancora alcolici.
Nel pomeriggio del giorno 30 u.s. i carabinieri della Stazione di Corridonia hanno eseguito nei confronti del 40enne il provvedimento emesso dal GIP del Tribunale di Macerata, sottoponendolo alla misura cautelare dell’obbligo di dimora con divieto di allontanarsi dall’abitazione dalle 19:30 alle 06:30 nonché di firma quotidiana presso la Stazione Carabinieri del comune di residenza.