Coronavirus Marche, 25 aprile 2020: aggiornamento dati

89

Il numero di dimessi o guariti sale a 1912;calano  i ricoveri in terapia intensiva e in semi-intensiva.5 le persone decedute

ANCONA – Da Marchenews24.it l’aggiornamento che il Gores ( il Gruppo operativo regionale per le emergenze sanitarie) ha fornito  ,oggi, 25 aprile 2020,alle ore 12.00, sui dati relativi alla situazione dei contagi e dei ricoveri nelle Marche .

Sale  a 1912 (ieri 1890)  il numero di persone guarite o dimesse dagli ospedali marchigiani, nelle ultime 24 ore, nell’ambito dell’emergenza Coronavirus.

747 sono i  ricoverati (ieri erano 766) ,di cui 58 in terapia intensiva ( ieri erano 61) ,151   in semi-intensiva (ieri 165) ,area post-critica 225  (ieri erano 226) ; i pazienti  in reparti non intensivi sono 313 (ieri 314).

I contagiati sono 6058 su 34256  casi diagnosticati,  di cui 2525 isolati in casa.

Le persone  isolate in casa per contatti con persone positive al Covid-19  sono 8195 (3.549 con sintomi e 4.646 asintomatici) .In isolamento in casa 1214 operatori sanitari.

Del totale dei casi positivi 1789 ( ieri 1785) si riferiscono alla provincia di Ancona, 2411 (ieri 2401) a quella di Pesaro-Urbino ,la più colpita,  985 (ieri 976) alla provincia di Macerata,416 (ieri 412) a quella di Fermo, 276 (ieri 275) a quella di Ascoli Piceno .Il servizio sanitario regionale delle Marche segue anche 181 (ieri 179) casi fuori regione.

Il grafico sulla distribuzione dei casi positivi per Provincia ad oggi 25 aprile

Aggiornamento Gores ore 18.00 sui decessi

Il Gores ha comunicato che le persone decedute nelle ultime 24 ore nelle Marche  sono 5,di cui 1 donna  e 4 uomini .Soffrivano tutti  di malattie pregresse tranne uno. Le  morti correlate al Coronavirus sono  879 dall’inizio dell’emergenza sanitaria: 475 persone erano domiciliate nella Provincia di Pesaro-Urbino,187 in quella di Ancona, 134 in quella di Macerata, 63 in quella di Fermo ,12 in quella di Ascoli Piceno e 8 erano residenti in altre regioni.
L’età media dei deceduti è di 80,1 anni;il 94,4% soffriva di patologie preesistenti.