Coronavirus, dalle Pro Loco di Pesaro e Urbino 8000 euro agli Ospedali del territorio

28

PESARO  (PU) – Hanno raccolto oltre 8mila euro in pochi giorni e attivato azioni di volontariato per sostenere la popolazione della provincia. Le Pro Loco di Pesaro e Urbino si uniscono, ancora una volta, a sostegno del loro territorio.

“I volontari delle 67 Pro Loco di Pesaro e Urbino – ha detto Damiano Bartocetti, presidente del comitato provinciale – hanno da subito chiesto come poter dare il proprio contributo in questa situazione di emergenza dovuta alla pandemia del coronavirus. Abbiamo quindi attivato i presidenti delle stesse e coordinato una raccolta fondi che, in pochi giorni, ha interessato 23 associazioni riuscendo a raggiungere l’importo di 8.000€”.

Un segnale di unità e sostegno e uncontributo importante per le piccole associazioni di volontari, molte delle quali impegnate anche autonomamente con ulteriori raccolte fondi.

“Questa mattina doneremo l’importo all’ospedale di Urbino e agli Ospedali Riuniti Marche Nord per l’acquisto di materiale. Gli operatori sanitari – medici, infermieri, oss, a cui va il mio più sentito ringraziamento, stanno lavorando da settimane senza sosta, e nonostante i rischi, e hanno bisogno di un aiuto da parte di tutti noi sia in denaro, sia in materiali e tempo da dedicare. In tanti ci stanno chiedendo come poter essere utili. La prima indicazione che diamo è stare a casa e limitare il più possibile gli spostamenti. Ma chi ne ha la possibilità può attivarsi e mettere a disposizione della comunità i propri mezzi e la propria professionalità” ha aggiunto Bartocetti.

Sono già decine i volontari attualmente impiegati nell’aiuto alla popolazione di Pesaro e Urbino. Le loro attività sono coordinate dal comitato provinciale, in accordo con i singoli comuni della provincia. Consegna farmaci, beni di prima necessità, rinforzo alle attività previste dagli enti locali e dai gruppi comunali di protezione civile, sono alcune delle azioni che i soci delle Pro Loco stanno svolgendo in questi giorni di difficoltà.

“Aggregare, stringere legami, dedicare il proprio tempo a chi ne ha bisogno sono da sempre gli elementi che caratterizzano la nostra associazione. Non potevamo che essere ancora una volta in prima linea con il nostro contributo in questo momento difficile” ha concluso Bartocetti ringraziando inoltre “le forze dell’ordine e gli uomini e donne della protezione civile per il loro insostituibile operato”.