Corinaldo, parla la nonna del minorenne fermato dai Carabinieri: “Non era nella discoteca”

CORINALDO – “Grazie a Dio non era in discoteca quella sera, non c’entra nulla. E’ stato con la sua ragazza tutta la notte”. Difende a tutto campo il nipote la nonna del giovane fermato dai carabinieri per detenzione di stupefacenti e indagato per omicidio preterintenzionale e lesioni dolose e colpose perché sospettato di aver spruzzato lo spray urticante nella discoteca di Corinaldo.

La donna, che abita in una frazione di Senigallia, nega però che il giovane sia stato fermato: “Lo hanno portato via solo per chiedergli delle cose, ora è con la madre” che vive in Romagna. “Alcuni ragazzi dicono che è stato lui? Non è vero, lo sanno anche loro che non era lì”. Sul possesso di droga: “Era delle altre persone, lui non c’entra”.

“Non sono preoccupata – aggiunge la nonna – lui non c’entra con nessuna delle due cose”.