Corinaldo, manutenzione aree verdi e messa in sicurezza dei giochi

12

CORINALDO – L’Amministrazione comunale di Corinaldo sta effettuando , da alcuni giorni, lavori di messa in sicurezza dei giochi e degli arredi presenti nelle aree verdi pubbliche.Tali interventi rientrano nell’ambito della progettazione degli spazi della  città , da sempre un obiettivo fondamentale dell’Amministrazione,e in special modo di quella per  gli spazi dedicati ai bambini.

Queste operazioni di manutenzione e messa in sicurezza hanno  avuto avvio dalle scuole dell’infanzia e dell’asilo nido nella primavera dello scorso anno, all’interno dei quali sono stati rimossi i giochi non più sicuri o non rispondenti alle norme vigenti e si è eseguita una manutenzione e una messa in sicurezza di quelli che sono rimasti, prevedendo, dove richiesto da normativa, anche la posa di mattonelle antitrauma.

“Poter fruire di spazi verdi vivibili, progettati a misura di bambino, accoglienti, sicuri e che possano offrire occasioni di socialità e di conoscenza reciproca all’intera comunità- dichiara l’Assessore ai lavori pubblici Lucia Giraldi- è un obiettivo importante che abbiamo voluto concretizzare mettendo a punto un progetto complessivo non basato solo su interventi singoli ma su interventi di progettazione integrata.”

Convinti che scuole e verde pubblico siano elementi essenziali per una comunità educante e positiva, la stessa metodologia d’intervento utilizzata nelle scuole la si sta applicando anche alle aree verdi pubbliche con un’attenzione in più, in questa prima fase, al Parco delle Fonti e la conseguente riapertura graduale dei giochi pubblici.

Il grande uso che i cittadini, le Associazioni e l’Amministrazione Comunale fanno di questo parco, per la centralità e la forza aggregativa che possiede, ha spinto ad andare oltre la manutenzione e la messa in sicurezza: nuovi acquisti e interventi di riqualificazione come la sistemazione della tribuna della pista di pattinaggio, del gazebo e del muretto sito all’ingresso del parco, intervento quest’ultimo svolto grazie all’aiuto dei nostri ragazzi con il progetto Cistò? Af(f)are fatica! la scorsa estate.