Corinaldo, “Da Gershwin a Morricone” con Federico Mondelci e Paolo Biondi

26

L’evento si terrà al Teatro Goldoni, il 16 dicembre, all’interno della rassegna “Suoni di Luce”,  la serie di concerti del periodo natalizio. Ingresso gratuito

CORINALDO – Giovedì 16 dicembre 2021, alle  ore 21.00, al Teatro Goldoni di Corinaldo si terrà il concerto “Da Gershwin a Morricone”, con Federico Mondelci (sassofono) e Paolo Biondi (pianoforte) all’interno della rassegna “Suoni di Luce”, una serie di concerti programmati nel periodo delle feste nell’ambito del cartellone natalizio corinaldese “A riveder le stelle”.

“West Side Story Suite” (Leonard Bernstein), “Tre Preludi” (George Gershwin), “Playing Love” da “La Leggenda del Pianista sull’Oceano” (Ennio Morricone), “Oblivion”, “Escualo”, “Soledad”, “La Muerte de Angel”, “Ausencias”, “Libertango” (Astor Piazzolla), “Brazileira da Scaramouche” (Darius Milhaud), “Pequena Czardas” (Pedro Ituralde) e “Fantasia su un tema originale” (Jules Demersseman), queste le melodie che ascolteremo giovedì 16 dicembre al Teatro comunale Carlo Goldoni di Corinaldo.

Federico Mondelci, del duo protagonista della serata, è da oltre trent’anni uno dei più apprezzati interpreti della scena internazionale. I suoi studi comprendono il Conservatorio di Pesaro dove consegue il diploma “cum laude” nel 1979 sotto la guida del M° Romano Mauriello e il Conservatorio Superiore di Bordeaux dove ha conseguito il diploma con “Medaglia D’Oro” all’unanimità sotto la guida del M° Jean-Marie Londeix.

Si è esibito come solista con oltre 50 orchestre, tra cui l’Orchestra del Teatro Alla Scala, la New Zealand Symphony Orchestra, la BBC Philharmonic, l’Orchestra da Camera di Mosca, l’Orchestra Sinfonica di Bangkok e la Filarmonica di San Pietroburgo, dove ritornerà, nella prestigiosa stagione diretta da Yuri Temirkanov in aprile 2020. Il suo repertorio non comprende solo le pagine ‘storiche’ ma è particolarmente orientato verso la musica contemporanea e Federico Mondelci affianca il suo nome a quelli dei grandi autori del Novecento (quali Nono, Berio, Nyman, Kancheli, Glass, Donatoni, Sciarrino, Scelsi, Gentilucci, Graham Fitkin, Nicola Piovani e altri compositori della nuova generazione), eseguendone le composizioni spesso a lui espressamente dedicate, produzioni di straordinario successo che lo conclamano come raffinato solista di raro e straordinario talento. Nel 2017 è stato insignito del titolo di “Marchigiano dell’Anno”.

«Un appuntamento di notevole spicco nel nostro cartellone – dichiara l’assessore alla Cultura Giorgia Fabri – per dare il via in grande stile alla nostra rassegna musicale natalizia “Suoni di luce”, che l’Amministrazione ha fortemente voluto per dare il giusto spazio anche alla musica, protagonista assoluta delle nostre Feste.”

Ingresso gratuito. Obbligatorio Green Pass.

Info e prenotazioni 338 6230078