Concerti d’autunno per l’Orchestra Filarmonica Marchigiana

28

Oltre 30 concerti fino a Natale con i capolavori di Mozart, Beethoven e Brahms; proposte per le famiglie e progetti per le scuole. Si parte con Milenkovich

MARCHE – Concerti d’autunno per la FORM, “colonna sonora delle Marche”. L’Orchestra Filarmonica Marchigiana presenta un cartellone di oltre 30 concerti da ottobre a Natale con i quali riabbracciare il pubblico, anticipando la stagione sinfonica invernale che partirà con il tradizionale Concerto per il Nuovo Anno 2022.
«Ancor più in questo momento abbiamo bisogno della “colonna sonora delle Marche” – evidenzia l’assessore regionale alla Cultura, Giorgia Latini – ora che sentiamo tutti forte la volontà di rilanciare l’immagine culturale della nostra regione, anche in chiave turistica di destagionalizzazione. Un plauso particolare alla FORM per l’indomita capacità di iniziativa e di proposta qualificata. Come questa stagione autunnale, finalmente con una capacità al 100% e all’insegna della varietà dell’offerta, come sempre innovativa. Un apprezzamento sentito ancora per aver voluto inserire a pieno titolo i giovani e progetti a loro dedicati. Credo fortemente nell’educazione musicale come strumento di crescita personale e di consapevolezza della propria creatività. Siamo sempre più a fianco di questa Orchestra che ci rende fieri a livello nazionale e internazionale, che rappresenta la nostra identità di regione musicale in continuità con le tradizioni storiche».
Prosegue il neo presidente FORM, Marco Manfredi: «Sono onorato di presentare, anche a nome degli altri membri del C.d.A appena nominato, questa serie di concerti che vede protagonista, insieme a grandi artisti, l’unica Istituzione Concertistica-Orchestrale della Regione Marche e nella quale trovano spazio progetti destinati alle nuove generazioni nel quadro di una grande collaborazione fra vari Enti e soggetti pubblici e privati».

Ben 10 programmi differenti che vanno dal classicismo viennese al periodo tardo romantico con i “pilastri” Wolfgang Amadeus Mozart, Ludwig van Beethoven e Johannes Brahms, fino ad arrivare al ‘900 con Benjamin Britten e Luciano Berio, passando per i concerti dedicati alle scuole e quelli rivolti alle famiglie.

«Ripartiamo con il pubblico al 100% – sottolinea il direttore artistico Fabio Tiberi – insieme a Stefan Milenkovich, artista di rilievo internazionale e grande “amico” della FORM, esattamente da dove ci siamo fermati nel marzo 2020, con l’esecuzione del Concerto per violino e orchestra in re magg., op.61 di Beethoven. Siamo veramente felici di proporre questo capolavoro, che verrà introdotto dalla Simple Symphony, op. 4 per orchestra d’archi di Britten, nei teatri di Osimo, Fabriano, Macerata e Senigallia, dal 28 al 31 ottobre».

Il fine settimana successivo l’Orchestra “raddoppia”.

A San Severino Marche, il 6 novembre, e al Mugellini Festival di Potenza Picena, domenica 7, la FORM con i pianisti Vasyl Kotys, Ivo Kahànek e Bartosz Zurakowski alla direzione, esegue il Concerto per pianoforte e orchestra n. 4 in sol magg. op. 58 e il Concerto per pianoforte e orchestra n. 5 in mi bemolle magg. op. 73 “Imperatore” di Beethoven; il concerto è il prosieguo dell’anteprima di ottobre con i primi tre concerti per pianoforte e orchestra del genio tedesco. Negli stessi giorni il Family Concert La musica racconta, con due capolavori: L’apprendista Stregone Dukas ed Il Carnevale degli Animali (estratti) di Saint-Saëns. Con questo programma la FORM si esibisce sotto la direzione di Daniele Rossi il 6 novembre a Macerata e domenica 7 a Osimo insieme a Davide Martelli al pianoforte e alla voce recitante di Lucia Palozzi.
Lunedì 15 novembre, in collaborazione con la Rassegna di Nuova Musica, si passa alla musica del ‘900 con le opere di Berio e Britten. L’Orchestra Filarmonica Marchigiana, diretta da Stefano Pecci, sale sul palco del Teatro Lauro Rossi di Macerata con il mezzosoprano Beatrice Mezzanotte e il coro Pueri Cantores di Macerata.
Si ritorna a Beethoven con la Sinfonia n.7, che Wagner definì l’«apoteosi della danza» per la sua grande efficacia ritmica. Ancona, Macerata, Fabriano, Osimo e Jesi le tappe, dal 18 al 30 novembre, di questo concerto diretto da Alessandro Bonato, direttore principale della FORM. In programma anche il Concerto per violino e orchestra in mi min., op. 64 di Mendelssohn-Bartholdy con il violinista Gennaro Cardaropoli, considerato uno dei migliori giovani talenti dell’attuale panorama concertistico italiano.
Seguono le collaborazioni con la Nuova Coppa Pianisti, il 7 dicembre ad Osimo, con Civitanova Classica, il 12 dicembre, e con Marche Concerti con il Progetto Brahms – Piano concerto n. 1. Questo programma è la seconda parte del progetto avviato ad inizio ottobre nei cartelloni rispettivamente di Appassionata a Macerata, Amici della Musica “G. Michelli” ad Ancona ed Ente Concerti a Pesaro. Quattro concerti dal 15 al 20 dicembre ad Ancona, Fabriano, Senigallia, Tolentino. Al pianoforte l’argentino Nelson Goerner, dirige Manlio Benzi. In programma anche la Sinfonia n.1 in do magg., op. 21 di Beethoven.
L’attenzione che da sempre l’Orchestra rivolge alle nuove generazioni si concretizza con il progetto rivolto alle scuole EUGENIO & TOYS, in collaborazione con ATGTP – Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata: sei spettacoli a Caldarola, Belforte del Chienti e Camerino dedicati agli istituti comprensivi “De Magistris” e “Betti”, con Sergio Bosi al clarinetto e la voce recitante di Lucia Palozzi.