Civitanova, spaccio sostanze stupefacenti: deferito un 42enne

16

pattuglia carabinieri

L’uomo, gestore di un emporio, deteneva illecitamente in un magazzino e nell’abitazione marijuana e hashish

CIVITANOVA MARCHE – Questo fine settimana i militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Civitanova Marche, nell’ambito di specifico servizio coordinato a largo raggio sviluppato con la collaborazione della Stazione di Recanati e teso a contrastare il fenomeno dello spaccio degli stupefacenti nella provincia maceratese, hanno deferito in stato di libertà un commerciante quarantaduenne residente a Recanati, gestore di un emporio in quella periferia, ritenuto responsabile di spaccio di sostanze stupefacenti di cui all’art. 73 d.p.r. 309/90 (spaccio sostanze stupefacenti).

In seguito a un mirato controllo presso l’attività commerciale, è emerso che l’uomo, nonostante i recenti pronunciamenti che confermano il divieto di commercializzazione al pubblico dei derivati della coltivazione della cannabis quali foglie, inflorescenze, olio e resine, deteneva illecitamente occultate all’interno del magazzino oltre settanta confezioni di vari marchi e generi di stupefacente per circa 120 grammi di marijuana e 10 grammi di hashish.Inoltre la successiva perquisizione domiciliare consentiva di trovare altre 100 confezioni stipate nel suo garage di analogo stupefacente per circa 200 grammi di marijuana e 16 grammi hashish, tutti prodotti di vietata vendita al dettaglio.

Nel corso della stessa operazione è stata altresì identificata una trentenne della provincia di Ancona, trovata possesso di due grammi di marijuana appena acquistati presso il negozio, quindi segnalata ex art. 75 d.p.r. 309/90 quale assuntrice di sostanza stupefacente alla Prefettura competente. Le indagini sono attualmente condotte dal dott. Claudio Rastrelli, Procuratore della Repubblica di Macerata, mentre lo stupefacente è stato sequestrato e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per le successive analisi di laboratorio.