Cesena-Ascoli: vincere per iniziare bene il girone di ritorno

101

Ascoli Calcio stemmaIl campionato cadetto, ovvero quello di serie B, ha da poco raggiunto il giro di boa completando il girone di andata e si appresta ad iniziare quello di ritorno. L’Ascoli al momento si trova in tredicesima posizione (ma con una partita in meno, da recuperare), forse un po’ sotto rispetto alle aspettative della società e dei tifosi, ma sicuramente in una posizione dignitosa e che dovrebbe consentire di evitare i temibili playout. Non solo, con un bello sprint nel girone di ritorno i playoff non sembrano ancora un sogno proibito.

L’Ascoli non nasconde infatti di puntare alla serie A, magari non in questa stagione, ma sicuramente in tempi brevi, grazie anche a una rosa competitiva e alla capacità di trovare giovani più che promettenti. Non è un caso che un giovanissimo talento come Orsolini, che qualcuno non esita a definire il nuovo Robben, sia stato prontamente notato e acquistato dalla Juventus in questa finestra di mercato. Per restare con i piedi per terra però bisogna pensare ad una partita per volta e la prossima sfida che attende i bianconeri sarà sabato 28 gennaio alle ore 15:00 tra le mura dello Stadio Dino Manuzzi contro i romagnoli del Cesena.

La sfida è delicata perché al momento la classifica della serie B è piuttosto corta e una sconfitta rischia di far perdere posizioni in classifica e trascinare chi perde verso i gorghi della zona retrocessione; una vittoria però proietterebbe i nostri a 30 punti, quota intorno alla quale gravita attualmente il Perugia (31 punti), che si trova all’ottavo posto. I pronostici sono piuttosto incerti anche se favoriscono leggermente il Cesena. Tra i maggiori esperti di pronostici ovviamente di sono i bookmakers e se si va a vedere le scommesse sulle partite di calcio oggi su William Hill vediamo che la vittoria del team di casa è quotata a 1.75, mentre un pareggio sta a 3.30 e la vittoria dell’Ascoli a 4.60. Il pronostico come è normale è a favore della squadra di casa, ma l’Ascoli esce da un buon momento di forma, con le ultime cinque partite senza nemmeno una sconfitta. Decisamente più negativo il quadro dei padroni di casa, con due sconfitte e un pareggio nelle ultime quattro partite.

Per gli amanti delle statistiche vediamo che al momento Ascoli e Cesena sono separati da quattro punti in classifica, anche se l’Ascoli deve recuperare una partita, peraltro alla sua portata. Le statistiche delle due squadre sono piuttosto simili anche per quanto riguarda i goal segnati e quelli subiti, con una leggera prevalenza in questo caso del Cesena. L’attacco del Cesena è stato infatti leggermente più prolifico, 26 goal fatti contro 21, ma la difesa dell’Ascoli è stata più forte, con 23 reti subite, contro le 27 dei romagnoli. Le differenze in ogni caso sono minime e per superare l’ostacolo sarà necessario anche il cosiddetto dodicesimo uomo in campo, ovvero il calore dei tifosi.

Da questo punto di vista la società si è detta soddisfatta di essere riuscita a completare i lavori presso la curva sud per poterla così restituire ai tifosi e poter contare sul loro supporto nelle prossime gare giocate in casda. Inoltre entro la fine dell’anno verranno completati anche i lavori per la tribuna est e quella d’onore. I rapporti con il comune sono buoni e la società conta di avere per la prossima stagione uno stadio nel pieno delle sue funzioni, magari riuscendo anche a programmare la costruzione di una copertura per le tribune.

A questo punto non rimane che mettere da parte il calcio parlato e godersi la prossima sfida di campionato. Il Cesena venderà cara la pelle, pertanto servirà una prestazione di massimo impegno e sacrificio da parte di tutta la squadra, e siamo sicuri che i nostri ragazzi ci renderanno orgogliosi come al solito.

PR