Camerino, il sindaco invita Ceriscioli a visitare la zona rossa

Pasqui:“Siamo ancora in piena emergenza”Camerino logo comune
CAMERINO – Gianluca Pasqui, sindaco di Camerino nella seguente lettera invita il presidente Ceriscioli a visitare la città per verificare di persona che l’emergenza non è finita.

Carissimo presidente Ceriscioli, leggo un lancio di agenzia secondo cui lei avrebbe dichiarato che le Marche sono “verso la fine della fase emergenziale”. E’ da parecchio tempo che non ci incontriamo a Camerino e non facciamo una passeggiata in centro e, a questo punto, credo sia opportuno provvedere quanto prima. Perchè, senza polemica e nella convinzione che certe affermazioni siano figlie di una sintesi giornalistica, ritengo che l’emergenza finisca quando finiscono le opere emergenziali, come ad esempio le messe in sicurezza.
Avrà modo di vedere che a Camerino – che a quanto mi risulta e salvo colpi di scena sta nelle Marche – siamo ancora in piena emergenza. So benissimo che le colpe non sono sue, che nessuno di noi (chiamati ad amministrare a vari livelli) ha un indirizzo verso il quale muoversi e ognuno deve fare i conti con una burocrazia paralizzante. Ma quando mancano i fatti, purtroppo, diventano importanti le parole. E, quindi, frasi del tipo “è stata una emergenza” sono per me e per la mia gente un pugno nello stomaco a cui sento di dover educatamente reagire. E’ una emergenza.
La aspetto in centro a Camerino, sarà mia premura preparare i permessi per l’accesso, visto che l’intera città è presidiata dai militari proprio come quelle città che stanno in emergenza …o in guerra.
Cordialmente,
Gianluca Pasqui, sindaco di Camerino