Camerino, secondo anniversario sisma: iniziative previste dal 25 al 30 ottobre

68

Visite guidate,fiaccolata ,convegno e altre iniziative finalizzate  a mantenere viva l’attenzione su quello che è accaduto

CAMERINO – Nell’occasione del secondo anniversario delle scosse che hanno colpito duramente la città di Camerino e il territorio, l’amministrazione comunale , di concerto con l’Arcidiocesi di Camerino – San Severino e la collaborazione dell’associazione turistica Pro Camerino ha pensato ad una serie di iniziative volte a mantenere viva l’attenzione su quello che è accaduto.

Il programma si aprirà giovedì pomeriggio alle ore 16,30 all’Auditorium Benedetto XIII con la cerimonia di conferimento della Cittadinanza onoraria alle istituzioni che hanno operato sul territorio nei difficili mesi del post-terremoto e che risultano dal documento ufficiale redatto dal Dipartimento di protezione civile. Sono l’Esercito italiano, la Polizia di Stato, l’Arma dei Carabinieri, la Guardia di Finanza, il Corpo di Polizia penitenziaria, il Corpo nazionale dei Vigili del fuoco, lo stesso Dipartimento della protezione civile, la Croce Rossa italiana, l’Associazione nazionale Alpini, la Conferenza nazionale delle Misericordie d’Italia e l’Agesci.
Venerdì 26 ottobre, a cura dell’associazione IoNonCrollo, alle 18,30 ci sarà una fiaccolata con partenza da Piazza San Venanzio fino ai piedi di Piazza Cavour e conclusione a San Domenico, con un aperitivo e gli intermezzi musicali a cura del maestro Vincenzo Correnti.

Sabato 27 ottobre, dalle 14,30, nella sede del rettorato di Unicam in via D’Accorso, “Emilio e Ugo Betti: giustizia e teatro”, convegno e Premio Ugo Betti per la drammaturgia 2018.

Contestualmente, dal 26 al 30 ottobre, dalle ore 15 alle ore 18, in gruppi di massimo 25 persone sarà possibile visitare la zona rossa della città, con prenotazione obbligatoria alla Pro Loco (0737.632534 o 345.8855294).

Negli stessi orari inoltre la Chiesa del Seminario sarà aperta per poter visitare le opere d’arte esposte dopo il sisma (via Macario Muzio, 8, sotto al parcheggio meccanizzato).