Camerino, accordo Caserma Carabinieri: il commento del sindaco

32

sindaco Sandro SborgiaCAMERINO – È stato sottoscritto l’atto di acquisto del diritto di proprietà superficiaria a titolo gratuito a favore dello Stato dell’immobile dell’Unione Montana Marca di Camerino per la realizzazione della nuova sede da destinare alla Compagnia dei Carabinieri di Camerino. Ceduta una parte dell’edificio dell’Unione che si trova a Vallicelle.

Positivo il commento del sindaco di Camerino Sandro Sborgia:È un passaggio importante, che è stato pieno di ostacoli, superati non senza difficoltà. Ora speriamo che si possa recuperare il tempo perso, procedendo il più velocemente possibile con la progettazione e l’esecuzione dei lavori di ristrutturazione necessari ad allestire i nuovi spazi. Personalmente – continua il primo cittadino – rivolgo un ringraziamento ai Prefetti Ferdani e Rolli, il dottor Tancredi, dirigente dell’agenzia del Demanio, il Generale Salticchioli, il Colonnello Nicola Candido. Un ringraziamento particolare va all’Arcivescovo Francesco Massara che, quando sono sorte problematiche, gratuitamente si è offerto di trovare una soluzione mettendo a disposizione anche un’area alternativa in cui poter costruire la nuova Caserma per i Carabinieri che sono costretti sui containers dal 2016”.

Seguono, intanto, le attività di allestimento di palazzo Sant’Angelo, nel centro storico, dove sarà collocata la sede temporanea dell’Arma.
L’area da destinare alla nuova Caserma e il progetto per realizzarla, sono stati individuati nel 2020, quando è stata firmata l’intesa tra l’Arma dei Carabinieri, l’Unione Montana Marca di Camerino, il Comune di Camerino e l’Agenzia del Demanio che si occuperà anche dei lavori di riqualificazione necessari a adeguare gli spazi e finanziare gli interventi fino a 5 milioni di euro.