“Il bosco risonante”, dal 31 maggio il nuovo progetto di Pesaro 2024

5

Dal Parco Miralfiore parte il progetto  che dà voce agli  alberi, tra cui alcuni monumentali, attraverso i lettori de Le Voci dei Libri. Fino a settembre, otto piante diventeranno “luoghi ospiti” di altrettanti eventi live in sedi diverse della provincia. Previste anche 4 passeggiate promosse da AST PU

PESARO – Parte il 31 maggio al Parco Miralfiore, il nuovo progetto di Pesaro 2024 che prende forma nella sezione della ‘natura vivente della cultura’. Un’installazione audio, fisica e digitale su una rete di 33 alberi (monumentali e non) selezionati sul territorio pesarese, che ricostituisce una comunità̀ di viventi in cui i cittadini possono rispecchiarsi, ripensare la propria condizione umana e rimisurare il tempo: questo è ‘Il bosco risonante’. La selezione degli alberi e la scrittura dei testi che ne descrivono le caratteristiche botaniche e la storia naturale e umana cui le piante hanno assistito durante il corso della loro lunga vita, è stata affidata ai 9 botanici e naturalisti Sauro Bigelli, Virgilio Dionisi, Andrea Fazi, Massimo Guerra, Roberto Mancini, Simone Paci, Andrea Pellegrini, Fabio Salbitano, Fulvio Tosi e allo storico Riccardo Paolo Uguccioni. 26 le lettrici e i lettori de Le Voci dei Libri APS – soggetto attuatore del progetto – che danno voce agli alberi. Dal 31 maggio al 6 settembre, otto dei 33 alberi protagonisti de ‘il Bosco risonante’, diventeranno ‘luoghi ospiti’ di altrettanti eventi live: incontri, concerti, letture, laboratori.

Ad affiancare ‘Il bosco risonante’, l’iniziativa di AST Pesaro Urbino nel Piano Regionale Prevenzione PP02 Comunità attive ‘Passeggiando accanto a te’ che propone 4 passeggiate pomeridiane; la prima il 31 maggio al Parco Miralfiore.

Gli alberi monumentali
L’art. 7 della Legge 10/2013 definisce come «albero monumentale» “l’albero ad alto fusto isolato o facente parte di formazioni boschive naturali o artificiali (…), l’albero secolare tipico (…) raro esempio di maestosità e longevità, per età o dimensioni, o di particolare pregio naturalistico, per rarità botanica e peculiarità della specie, (…) che recano un preciso riferimento ad eventi o memorie rilevanti dal punto di vista storico, culturale, documentario o delle tradizioni locali; (…) ivi compresi quelli inseriti nei centri urbani e (…) in particolari complessi architettonici di importanza storica e culturale, quali (…) ville, monasteri, chiese, orti botanici e residenze storiche private”. Come i monumenti costruiti dagli uomini, l’albero monumentale (esempio vivente di resilienza e biodiversità) è, al contempo, un archivio botanico, storico e culturale. Questi ‘giganti verdi’ meritano di essere conosciuti, rispettati e ascoltati. E non solo gli alberi definiti ‘monumentali’, ma anche quelli che sono, per peculiarità botaniche e ‘storiche’, dei veri ‘testimoni del tempo’: monumenti di memoria viva, naturale e culturale. È importante dar loro una ‘voce’ per potersi ‘presentare’ e per ‘raccontare’ le loro storie.

Alla conferenza stampa che si è svolta nel salone degli Affreschi di Villa Caprile, erano presenti: Daniele Vimini presidente Fondazione Pescheria Centro Arti Visive, Lucia Ferrati coordinatrice del progetto, Andrea Fazi guida e divulgatore ambientale, Elsa Ravaglia e Clizia Pugliè/Dipartimento Prevenzione AST PU co-oordinatrici regionali e locali – Programma PP02 “Comunità attive” – Piano regionale della Prevenzione 2020-25, Marco Cangiotti presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, Roberto Mancini dell’associazione La lupus in fabula.

IL CALENDARIO 31 maggio – 6 settembre 2024

Venerdì 31 maggio, ore 18.00 Pesaro, Parco Miralfiore ABETE DEL CAUCASO
TUTTO COMINCIO’ DA SHAKESPEARE. ALBERI E FORESTE CHE CAMMINANO
di e con Fabio Salbitano
letture da F. Colonna, W. Shakspeare, F. Salbitano, J. Clément
con Elena Avanzi, Raffaele Baruffi, Antonella Ferraro, Lucrezia Maria Fossa, Gianmarco Tabarini – Le Voci dei Libri APS
interventi musicali Daniele Mancini sax
a seguire SLOW MOB collettivo condotto da Francesca Falcetti

Venerdì 14 giugno, ore 18.00 Fano, Casa Archilei OLMO CAMPESTRE
RACCONTI ARBOREI DI FABIO TOMBARI
di e con Marco Ferri
letture da F. Tombari
con Antonio Boiano, Claudio Bordoni, Greta Gaspari, Francesca Macci, Giulia Nobilini, Luca Petrelli, Barbara Ricci, Ester Torresi – Le Voci dei Libri
interventi musicali di Enzo Vecchiarelli chitarra

Venerdì 28 giugno, ore 18.00 Borgo Pace, Lamoli ACERO CAMPESTRE
LUNGO ANTICHI FILARI
di e con Max Guerra
letture dall’enciclica Laudato sii di Papa Francesco
con Corrado Capparelli e Silvia Melini – Le Voci dei Libri APS
Interventi musicali di Monica Micheli arpa celtica

Venerdì 12 luglio, ore 18.00 Mondavio, Giardini G. Leopardi ROBINIA E CEDRO
GRANDI ALBERI DELLE MARCHE
Sauro Bigelli dialoga con Valido Capodarca
Interventi musicali del Gruppo Musicaparole

Venerdì 26 luglio, ore 18.00 Carpegna, Sant’Angelo QUERCIA
IL CANTO DEGLI ALBERI
Simone Paci dialoga con Antonio Moresco
letture da A. Moresco
di e con Marilena Alessi, Monica Angelini, Giorgio Donini, Adriana Trogu – Le Voci dei Libri APS
a seguire IMPRESSIONI DI FOGLIE, laboratorio a cura di Simone Paci

Venerdì 16 agosto, ore 18.00 Colli al Metauro, Saltara, Villa del Balì CIPRESSO
STORIE DI ALBERI
letture da Nicoletta Costa, Mickael El Fathi, Roberto Parmeggiani, Roberto Piumini, Gianni Rodari, Bruno Tognolini, Shel Silverstein
con Eleonora Macciocchi, Dalia Marcheggiani, Lia Ottaviani, Teresa Sbarbati – Le Piccole Voci dei libri
a seguire E TU, CHE ALBERO SEI? laboratorio a cura di Carla Luminati, Stamperia d’arte Ca’ Virginio

Venerdì 30 agosto, ore 18.00 Mombaroccio, Beato Sante TIGLIO E CARPINO NERO
LE VIRTU’ DEGLI ALBERI
Introduzione Andrea Pellegrini
a seguire ABITARE LA TERRA con Silvio Castiglioni

Venerdì 6 settembre, ore 18.00 Pesaro, Parco di Galantara, CIPRESSO
IN ASCOLTO
di e con Andrea Fazi
letture da D. G. Haskell, I. Calvino, H. Hesse
con Beatrice Galli, Mara Marcantoni, Lorena Mombello, Luigi Sica – Le Voci dei Libri APS
Interventi musicali di Elena Santini violino

Ingresso libero e gratuito a tutti gli eventi. Il programma potrebbe subire variazioni. In caso di pioggia, alcuni appuntamenti potranno essere realizzati in spazi al chiuso, altri saranno rinviati a data da destinarsi.