Barche di lusso senza Iva, evasi 6 milioni di euro

Guardia di FinanzaFANO – Un’azienda nautica di Fano è accusata di aver evaso 6 milioni di Iva, riuscendo in questo modo anche a vendere a prezzi migliori dei suoi concorrenti. Lo ha scoperto il Nucleo di polizia economico-finanziaria di Pesaro che ha condotto un’attività ispettiva volta alla repressione di illeciti di natura tributaria.

Dalla verifica fiscale ad un’impresa cantieristica navale, che opera nel settore delle imbarcazioni di lusso, è emersa l’ingente evasione iva che si sarebbe concretizzato mediante un giro di fatture emesse nei confronti di società estere collegate e compiacenti.

In questo modo avrebbe indebitamente acquisito la qualifica di “esportatore abituale” indispensabile per acquistare presso fornitori nazionali senza pagare l’Iva. Il legale rappresentante della società è stato denunciato per il reato di emissione di fatture per operazioni inesistenti.