“Aurum – Le Meraviglie dell’oro”, il 29 dicembre ad Ascoli Piceno

7

L’evento, che avrà come protagonista la tradizione artistica e artigianale della lavorazione dell’oro, si svolgerà al Forte Malatesta

ASCOLI PICENO – I Musei Civici di Ascoli propongono la seconda edizione di “Aurum – Le Meraviglie dell’oro, dall’arte antica all’oreficeria contemporanea” giovedì 29 dicembre presso il Forte Malatesta alle ore 17.30. Aurum avrà come protagonista la tradizione artistica e artigianale della lavorazione dell’oro e si aprirà con una visita guidata del Prof. Stefano Papetti, direttore delle collezioni civiche, agli splendidi tesori longobardi provenienti dalla necropoli di Castel Trosino e custoditi nel Museo dell’Alto Medioevo.

Ad arricchire la manifestazione saranno tre eccellenze dell’oreficeria ascolana che accompagneranno i visitatori in un percorso immersivo nel seducente mondo della lavorazione dei gioelli e dell’oro: lo scultore-orafo Gianluca Staffolani, formatosi in svariati atelier italiani come la scuola di Arnaldo Pomodoro, unico italiano premiato al concorso internazionale Fondazione Cominelli per il gioiello contemporaneo, racconterà lo sviluppo dell’oreficeria contemporanea fino quella sperimentale; il maestro Pietro Angelini, le cui opere sono state esposte nei prestigiosi Magazzini Harrod’s di Londra e nelle più importanti manifestazioni internazionali del settore, dagli Stati Uniti (Rockfeller Center di New Yok) alla Cina (Fiera internazionale di Canton), eseguirà una performance dimostrativa sulle tecniche, i materiali e le pietre che caratterizzano il mestiere dell’orafo contemporaneo; infine il giovane Marco Chiarini, orafo e gioielliere che applica alla lavorazione tradizionale dell’oro l’uso delle tecnologie, delle stampanti in 3D e del disegno tecnico geometrico, presenterà le tecniche più innovative nel disegno e nella progettazione dei gioielli.
Un parterre di professionisti e artisti talentuosi che creerà un percorso di enorme suggestione e fascinazione grazie anche all’esposizione delle loro preziose creazioni. A rendere l’atmosfera ancor più coinvolgente saranno le musiche dei maestri dell’Istituto Gaspare Spontini: il violinista Giuseppe Marcucci e la violoncellista Daniela Franchi.
A conclusione del percorso non potranno mancare le eccellenze della  enogastronomia locale con una serie di degustazioni curate dalla Cantina NUMA di Ripatransone, dalla Bottega di Bruno, dalla Pasticceria Operà e da Sabelli.
I partecipanti saranno infine omaggiati con un delizioso cadeau ispirato ad Aurum.