Ascoli, raccolta beni di prima necessità in emergenza Covid 19: pubblicato l’avviso

19

L’Amministrazione Comunale promuove la raccolta di  alimentari e non, da destinare, in questa fase di emergenza sanitaria , a tutte le famiglie in difficoltà

Ascoli Piceno comune logoASCOLI PICENO – L’Amministrazione Comunale di Ascoli Piceno promuove  la raccolta di beni di prima necessità, alimentari e non, destinati al sostentamento, nella fase di gestione dell’emergenza sanitaria da COVID 19, dei nuclei famigliari in difficoltà.

Interessati
Il presente avviso è rivolto alle imprese produttive, a quelle commerciali ed ai privati cittadini che intendono contribuire, con atti di concreta solidarietà, in favore dei nuclei familiari cittadini che stanno vivendo momenti di difficoltà, supportando il loro sostentamento attraverso la fornitura di beni, alimentari e non, di prima necessità.

Organizzazione
La tipologia dei beni necessari a soddisfare le necessità primarie dei soggetti che – a causa dell’emergenza sanitaria e delle relative misure di tutela adottate – vivono una situazione di forte disagio economico, sono indicati nella tabella sotto riportata. I soggetti interessati a supportare l’attività dell’Amministrazione Comunale nella raccolta e distribuzione di tali beni, possono:
Contattare il numero 0736/244675 per comunicare la propria disponibilità e ricevere informazioni sulle necessità prioritarie e/o sulle modalità di raccolta dei beni;
Consegnare direttamente i beni nel Punto di raccolta istituito, in una prima fase, presso il parcheggio della sede della Polizia Municipale, ubicata in Viale M. Federici 80 (Ex Gil), con ingresso obbligatorio dalla strada comunale circonvallazione. Nei seguenti giorni ed orari di consegna:

Tutti i giorni escluso domenica;
dalle ore 09:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00

Recapito dei beni a domicilio
I beni di prima necessità raccolti, con preferenza per quelli appresso indicati, saranno, una volta catalogati e ordinati, recapitati presso il domicilio alle famiglie che versano in condizioni di difficoltà – sulla base delle effettive esigenze monitorate dai Servizi Sociali Comunali – dalle strutture operative della Protezione Civile Comunale.

ID
DESCRIZIONE
TIPO DI CONFEZIONE
1
TONNO
80 GRAMMI
2
CARNE IN SCATOLA
220 GRAMMI
3
POLPA DI POMODORO
400 GRAMMI
4
OLIO EVO
1 LITRO
5
PARMIGIANO
250 GRAMMI
6
AFFETTATI IN BUSTA
150 GRAMMI
7
CAFFE’
250 GRAMMI
8
ORZO
220 GRAMMI
9
UOVA
BLISTER DA 6
10
FARINA
1 KILOGRAMMO
11
PANNOLINI
TG 2/3/4/5/6
12
OLIO DI SEMI
1 LITRO
13
CARTA IGIENICA
4 ROTOLI
 «Come Amministrazione abbiamo già messo in campo diverse iniziative di sostegno economico e sociale rivolte alla fascia più debole della popolazione» ha spiegato il sindaco Marco Fioravanti.

«Tanti privati e tante attività ci hanno però manifestato la volontà di offrire il loro aiuto in questo periodo di emergenza. Per questo motivo, abbiamo deciso di pubblicare un avviso – rivolto alle imprese produttive, commerciali e ai singoli cittadini – per formalizzare le procedure di raccolta di questi beni da destinare a chi è in maggiori difficoltà».