Appignano, coltiva marijuana in casa: denunciato trentaquattrenne

62

pattuglia carabinieriAPPIGNANO (MC) – Aveva ricavato una piccola coltivazione di marijuana in un casolare nella campagna Appignanese.
I Carabinieri sono stati allertati da alcune segnalazioni giunte da cittadini abitanti nella zona, che avevano notato movimenti insoliti di autovetture e persone nelle ore notturne.
Così gli uomini della Stazione Carabinieri di Appignano, dopo aver analizzato la situazione e giunti alla conclusione che si trattava di modus operandi riconducibili ad attività connesse agli stupefacenti, hanno pianificato l’operazione e oggi si sono presentati nell’abitazione nella disponibilità di un trentaquattrenne residente in provincia di Macerata, con precedenti di polizia. I militari hanno dato corso ad una attività di polizia giudiziaria finalizzata alla ricerca di sostanze stupefacenti.
In effetti, il sospetto era fondato: gli uomini dell’Arma hanno trovato posizionati al sole una trentina di vasetti da giardinaggio; in 24 di questi c’erano altrettante piantine di “marijuana” già germogliate.
L’operazione è proseguita anche all’interno dell’abitazione dove sono stati rinvenuti altri vasetti, due dei quali con piantine già germogliate dello stesso stupefacente, prodotti concimanti e confezioni vuote di semi di canapa.
Al termine delle attività e della stesura degli atti di Polizia Giudiziaria ad esse conseguenti, le piantine e tutto il materiale rinvenuto, sono stati sequestrati e l’uomo è stato deferito a piede Libero Autorità Giudiziaria di Macerata produzione e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.