Ancona, sisma: la Giunta stanzia 60 mila euro per prime spese emergenza

12

Il  servizio ospitalità viene trasferito dal PalaRossini al Palaindor; proseguono i sopralluoghi

comune di AnconaANCONA – Per fare fronte alle prime spese derivanti dall’emergenza terremoto la Giunta comunale di Ancona ha deliberato di mettere a disposizione 60 mila euro del fondo di riserva del bilancio comunale: 40 mila per le spese sociali di accoglienza e ospitalità e 20 mila per il pronto intervento di sistemazione e ripristino. Rispetto all’ospitalità si è deciso di trasferire il servizio dal PalaRossini al Palaindor dove sono stati individuati ambienti idonei e accessibili per le esigenze dei cittadini che hanno le abitazioni inagibili. In tale contesto l’Amministrazione è attiva con i suoi dipendenti e si avvale della preziosa collaborazione di Croce Rossa, Associazione Nazionale Carabinieri e associazioni di Protezione Civile. Sono stati effettuati da parte dei tecnici comunali oltre 200 sopralluoghi per scuole, impianti sportivi, sedi comunali, aggregative e sociali, viadotti, musei, cimiteri. Le attività di verifica stanno proseguendo in queste ora anche relativamente agli edifici scolastici. Una volta concluse, verrà data comunicazione degli esiti.