Ancona, riqualificazione impianti sportivi: i progetti dell’Amministrazione comunale

17

ANCONA – L’obiettivo dichiarato dell’Amministrazione Comunale di Ancona è quello di arrivare alla riqualificazione dell’intera rete degli impianti sportivi del Comune e il quartiere Ponterosso, insieme con le aree limitrofe, rappresenta in maniera emblematica come l’attività stia procedendo, in questo senso, con un programma serrato di interventi.

In questa zona le finalità principali sono la riqualificazione, la messa a norma e la destagionalizzazione dell’uso delle strutture, da raggiungere attraverso processi virtuosi di ottimizzazione delle risorse a disposizione, come il ricorso agli incentivi e alle premialità legate alle operazioni di efficientamento energetico, e l’applicazione di forme contrattuali che valorizzino al meglio le partnership tra pubblico e privato.

E’ di pochi giorni fa la notizia dell’approvazione, da parte dell’esecutivo comunale, del progetto definitivo di demolizione e rifacimento della copertura della piscina di Ponterosso, che rimodulerà gli spazi del piano vasche lasciando integri gli spogliatoi, con una spesa di 850 mila euro. La nuova copertura avrà una struttura in legno lamellare e due pareti in vetro strutturale e sarà realizzata in modo tale da creare una zona di accoglienza del pubblico, attualmente non presente, e spazi esterni da poter utilizzare per centri estivi, giochi all’aperto e altre attività. L’involucro esterno, inoltre sarà altamente performante a livello energetico, con risparmi di gestione notevoli, che permetteranno di intercettare i bonus del Gestore dei servizi energetici (GSE), con un recupero della spesa fino al 65 per cento.

Nel centro sportivo di Ponterosso il Comune è già intervenuto, con una spesa di 50 mila euro, sul campetto Brisighelli per il calcio a 7, dove l’erba naturale, che lo rendeva poco utilizzabile soprattutto durante la cattiva stagione, è stata sostituita dall’erba sintetica e dove sono state installate le recinzioni e un nuovo impianto di illuminazione. In virtù di questa riqualificazione il campo è oggi utilizzabile in tutti i mesi dell’anno e quindi contribuisce ad ampliare l’utenza del centro. Ulteriori interventi nel locale degli spogliatoi hanno consentito, inoltre, di ricavare una nuova palestra con tatami per le arti marziali (Aikido).

Con questi interventi si procede dunque verso il completamento dell’opera di ristrutturazione avviata con la riqualificazione del Centro tennis Ponterosso, dove, attraverso un appalto di costruzione e gestione, un particolare modello di partenariato pubblico-privato, si è potuto procedere, attraverso le risorse del privato, con la riqualificazione del centro sportivo, che versava in stato di quasi abbandono. In questo caso l’amministrazione comunale, dopo aver approvato un progetto di riqualificazione (rifacimento dei campi da gioco in erba sintetica e in resina, ristrutturazione degli spogliatoi per renderli conformi alle normative vigenti, realizzazione di un nuovo punto ristoro), ha messo a disposizione l’area concedendo la gestione per 20 anni. Il bando pubblico è stato aggiudicato al Dopolavoro ferroviario di Ancona, che ha eseguito in cambio opere per un valore di circa 400 mila euro.

Attraverso la stessa modalità dell’appalto di costruzione e gestione, con le risorse del privato si attiverà un intervento per la realizzazione di una copertura pressostatica della pista di pattinaggio di via Cambi, oggi usata solo nel periodo maggio-ottobre. La spesa prevista è di 150 mila euro. La copertura pressostatica avrà le dimensioni di 22,50 x 62,50 metri e un’altezza di circa 9 metri e consentirà lo svolgimento degli allenamenti e anche delle gare di pattinaggio artistico durante tutto l’anno sulla pista ristrutturata di recente. La gestione sarà affidata al soggetto che si aggiudicherà il bando pubblico, al quale spettano gli oneri dei lavori.

Anche per il Centro sportivo di via Ruggeri sono previsti interventi di manutenzione, sia sul fabbricato, sia sulla pista polivalente esterna, con la modalità dell’appalto di costruzione e gestione. Il centro diventerà uno spazio di aggregazione per attività motoria al coperto e all’aperto operativo tutto l’anno. Saranno ristrutturati gli spogliatoi e la palestrina e saranno ripristinate la pavimentazione e le recinzioni esterne del campetto polivalente, che sarà coperto da un pallone pressostatico. L’importo complessivo dell’intervento è di 180 mila euro.

La panoramica sulla cittadella sportiva si conclude con un focus sulla zona del Panettone, il centro polifunzionale di via Aldo Moro, dove l’ultimo step dei lavori, ancora in corso per una spesa di 110 mila euro, è quello dell’adeguamento alla normativa antincendio del teatrino Recremisi, che si trova all’ultimo piano della struttura. I lavori più recenti, già conclusi, risalgono agli ultimi mesi del 2020 e riguardano l’esecuzione dell’impianto antincendio nella palestra volley, con un intervento del valore di 90 mila euro, che ha consentito di installare rivestimenti antincendio di separazione tra le varie attività, la protezione al fuoco delle strutture metalliche, la realizzazione di serrande tagliafuoco azionate dal sistema antincendio, in grado di bloccare la propagazione del fuoco attraverso le canalizzazioni dell’aria, la sostituzione di maniglioni antipanico e di porte di emergenza tagliafuoco, la compartimentazione dei depositi, la sostituzione dei pavimenti delle vie di esodo con materiale certificato.

L’intervento per l’adeguamento impiantistico del Panettone ha coinvolto anche la palestra della vicina scuola Carlo Urbani, dove è stato realizzato un sistema di rivelazione ed allarme antincendio secondo lo stesso input progettuale. Con l’occasione è stata anche rivista l’illuminazione di emergenza esterna e, con un intervento collaterale, è stata eseguita la compartimentazione dei vari locali per una spesa di circa 30 mila euro.

Nella stessa area, un intervento di manutenzione è previsto anche per il campetto polivalente via Maestri del Lavoro, molto utilizzato all’interno del quartiere. Il progetto dell’Amministrazione prevede, in tempi brevi, la ripavimentazione con erba sintetica e l’installazione di attrezzature per il basket, con un preventivo di spesa di circa 18 mila euro.