Ancona, “La concessione del telefono”: dal 3 al 6 febbraio al teatro Delle Muse

108

La commedia di Andrea Camilleri e Giuseppe Dipasquale  è tratta dal romanzo di Andrea Camilleri; regia Giuseppe Dipasquale, protagonista Alessio Vassallo

ANCONA – Dal 3 al 6 febbraio 2022, in esclusiva regionale, al teatro Delle Muse di Ancona andrà in scena “La concessione del telefono”, una nuova edizione del fortunato adattamento teatrale dell’opera di Andrea Camilleri firmata dal regista Giuseppe Dipasquale.

La storia si svolge sul finire dell’Ottocento a Vigàta, il paese immaginario in cui lo scrittore agrigentino ha ambientato tutti i suoi romanzi, fino alle avventure del commissario Montalbano. La semplice richiesta di attivazione di una linea telefonica, avanzata dal signor Genuardi, dà il via a una catena di equivoci e imbrogli dai risvolti surreali.

La concessione del telefono è, tra i romanzi di Camilleri, uno dei più divertenti, una sorta di commedia degli equivoci ambientata in una terra, la Sicilia, che è metafora di un modo di essere e di ragionare, arcaica e moderna nello stesso tempo, comica e tragica, logica e paradossale.Cosa indica la ridicola e allo stesso tempo legittima pretesa di un personaggio come Pippo Genuardi, che vuole ottenere una linea telefonica per potersi meglio organizzare con la sua amante? È la metafora di un crudele gioco dell’inutilità umana e sociale o la pessimistica ipotesi di un atavico immobilismo del processo storico di evoluzione dell’individuo e della società?
Camilleri sembra non voler dare risposte, ma allo stesso tempo, con gli strumenti ingegnosi della lingua e del gioco letterario e teatrale, ci pone dinanzi a situazioni paradossali che smascherano le ipocrisie, i pregiudizi e la cattiva coscienza di una comunità molto simile a quella in cui viviamo.

Inizio spettacoli ore 20.45 – domenica ore 16.30 – sabato doppio appuntamento alle ore 16.00 e alle ore 20.45

BIGLIETTERIA

Via della Loggia – 60121 Ancona
tel. 071.52525 fax 071.52622
e-mail biglietteria@teatrodellemuse.org

dal martedì al sabato dalle 9.30 alle 13.00 | dal mercoledì al venerdì dalle 15.00 alle 18.00

La biglietteria è sempre aperta un’ora prima dell’inizio degli spettacoli a pagamento.

Biglietti on-line sul sito www.vivaticket.it