Ancona, al via il cartellone estivo dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana

122

Dal 25 giugno al 10 agosto 2021 previsti dodici concerti  in alcuni dei luoghi più suggestivi delle Marche

ANCONA – Dopo lo straordinario successo di ascolti della stagione invernale, interamente realizzata in streaming e diffusa attraverso i social e le Tv, la FORM-Orchestra Filarmonica Marchigiana riprende anche questa estate, per il secondo anno consecutivo, il suo rapporto con il pubblico in presenza attraverso una stagione di 12 concerti, dal 25 giugno al 10 agosto 2021, eseguiti nei luoghi più suggestivi della nostra regione: cinque accattivanti produzioni che la FORM, la “colonna sonora delle Marche”, racchiude sotto il titolo di SIAMO MUSICA!, a sottolineare il desiderio collettivo di libertà e di ritorno alla vita di relazione dopo le restrizioni imposte dalla pandemia che solo la musica, in quanto ritmo, movimento, vibrazione, emozione sa esprimere nella forma più diretta e immediata.

Il cartellone è stato presentato questa mattina dal presidente FORM Carlo Pesaresi, dal direttore artistico Fabio Tiberi e dall’assessore regionale alla Cultura Giorgia Latini. Presenti anche alcuni rappresentanti delle istituzioni coinvolte tra cui l’assessore di Osimo Mauro Pellegrini e di Urbisaglia Cristina Arrà, il direttore dei Teatri di San Severino Francesco Rapaccioni e il direttore artistico di Ancona Jazz Giancarlo di Napoli.

“Annunciamo una stagione – dichiara Pesaresi -, sia dal punto di vista artistico che di immagine, che rappresenta al meglio il desiderio di libertà che la FORM vuole trasmettere. La musica, con le sue vibrazioni, riempirà alcuni dei luoghi più suggestivi delle Marche, un meraviglioso biglietto da visita per la nostra regione”.

Prosegue l’assessore Latini: “Un grande grazie alla FORM e i miei sinceri complimenti per questo cartellone che rispecchia la passione e la voglia di condividere la Musica e soprattutto quella di qualità. Ma del resto la FORM non si è mai fermata e ci ha confortato anche in streaming durante il lockdown. È emozionante poter presentare questo programma perché è un segnale forte di ritorno dello spettacolo dal vivo che ci è mancato tanto e in questi giorni sto assistendo a varie iniziative di presentazione, cogliendo tutto l’entusiasmo degli artisti di poter ripartire. Un altro ringraziamento va ai tanti Comuni che hanno voluto aderire a questi concerti itineranti, mettendo a disposizione i loro luoghi più belli. La FORM ormai è un’Istituzione simbolo della nostra regione ed è confortante vedere i Comuni che fanno a gara per ospitare queste esibizioni che, di più quest’anno, ci emozioneranno. C’è un fervore fortissimo che stiamo registrando e questo spinge a sostenere sempre più questi nostri punti fermi della Cultura. La Regione Marche è a fianco della FORM che è una delle immagini culturali più rappresentative del nostro territorio, la nostra colonna sonora come efficacemente recita lo slogan”.

Si parte il 25 giugno, ore 21.15, al Chiostro San Francesco di Osimo, per proseguire il 26 al Castello al Monte di San Severino Marche, ore 19, e infine il 27 al Teatro Romano di Falerone. “Per la prima volta, la FORM debutta in questo stupendo teatro, alla scoperta di un luogo significativo nel panorama archeologico del territorio che ben si accompagna all’Anfiteatro Romano di Urbisaglia, dove ci esibiremo con due differenti concerti. A Falerone suoneremo alle 19, orario insolito ma con la possibilità di gustare il tramonto”. In programma SERENATE, parola che deriva da “serenare”, cioè trascorrere le ore al sereno. Come in questo concerto di apertura: insieme, all’aria aperta, con l’animo disteso e leggero ad ascoltare, sotto la guida di Alessandro Bonato, nuovo Direttore Principale della FORM, le fresche e dolci note di tre splendide serenate scritte da Čajkovskij, Strauss e Mozart. Un concerto da non perdere: per la bellezza delle opere e dei luoghi, per la gioia di ritornare insieme ad “essere musica”.

La settimana successiva, mercoledì 30 giugno, ore 21.15, al Teatro Gentile di Fabriano (in collaborazione con Ente Concerti), c’è un’anteprima del programma MUSICA PER IMMAGINI – MOVIE CONCERT, con musiche di Rota, Morricone, Haendel, Šostakovič. Il legame indissolubile che lega la musica al cinema sin dai suoi esordi rappresentato in questo affascinante concerto, dove celebri colonne sonore si alternano ad altrettanto celebri musiche della tradizione classica utilizzate da grandi registi in pellicole di culto. Sul podio della FORM il sassofonista Federico Mondelci ad accompagnare l’Orchestra in questo viaggio musicale per immagini che proseguirà il 28 luglio all’Arena “Beniamino Gigli” di Porto Recanati (in collaborazione con AMAT), il 29 luglio all’Anfiteatro Romano di Urbisaglia e quindi il 30 luglio a Villa Vitali di Fermo; tutti i concerti sono alle ore 21.15.

Domenica 4 luglio, ore 21.15, grande appuntamento con MUSICAUNA: FRESU & FORM al teatro delle Muse di Ancona, in collaborazione con Spazio Musica per Ancona Jazz Summer Festival 2021. L’Orchestra Filarmonica Marchigiana esibisce tutta la sua flessibilità nell’affrontare altri generi musicali in questo concerto di raffinate ed entusiasmanti musiche in stile jazzistico composte e qui eseguite dal famoso trombettista italiano Paolo Fresu, cui si accompagnano celebri songs di Gershwin ed Heyman. Alla chitarra Bebo Ferra; arrangiamenti e direzione d’orchestra, Massimo Morganti.

Il 9 e il 10 luglio c’è WAGNER TIME, in collaborazione con Accademia d’Arte Lirica Osimo. La FORM, diretta da Marco Severini, esegue due splendide composizioni di Wagner intimamente legate fra loro, i Wesendonck Lieder interpretati dal mezzosoprano Nutsa Zakaidze, e il Preludio e morte d’amore dal Tristano e Isotta, precedute da musiche di Mozart e Bizet. Per questi concerti si torna al Chiostro San Francesco di Osimo nella prima giornata e al Castello al Monte di San Severino nella seconda (orario 21.15).

Chiusura con DANCE! LA MUSICA CHE BALLA, dove David Crescenzi dirige l’Orchestra Filarmonica Marchigiana nell’esecuzione di celebri brani di Rossini, Ponchielli, Čajkovskij, Bizet, Brahms, J. Strauss (jr.) scritti per la danza e il balletto. Venerdì 6 agosto appuntamento all’Arena “Beniamino Gigli” di Porto Recanati (in collaborazione con AMAT), mentre il 10 agosto, nella notte di San Lorenzo, è l’Anfiteatro Romano di Urbisaglia a fare da cornice all’ultimo concerto della stagione estiva, con lo spettacolo delle stelle cadenti accompagnato al ritmo di danza, simbolo di liberazione, di gioia, di vitalità e del desiderio di uscire, in questo anno di celebrazioni dantesche, “… a rivedere le stelle”.

I concerti in programma a San Severino, a Falerone e ad Urbisaglia fanno parte del progetto Suoni per la Rinascita – MarcheInVita, Lo spettacolo dal vivo per la rinascita dal sisma.