Ancona, Bando “Bottega Scuola” e Marchio “1M”

L’evoluzione dell’Artigianato Artistico in un incontro in CNA

ANCONA – Presentato in CNA Ancona il bando dedicato all’artigianato artistico per l’accreditamento a “Botteghe Scuola” ed il nuovo marchio identificativo “1M”. A parlare alla platea di artigiani è intervenuta l’assessora regionale al lavoro Loretta Bravi che ha illustrato gli importanti progetti dedicati al settore dell’artigianato artistico. Due in particolar modo le iniziative al centro del dibattitto.

In primo luogo “Botteghe Scuola”.
Con il bando regionale “Botteghe Scuola”, la Regione Marche ha l’obiettivo di salvaguardare le lavorazioni artigianali di prestigio ed allo stesso tempo offrire opportunità professionali a giovani motivati in cerca di una occupazione. In tal senso verranno attivati 40 percorsi integrati della durata di 12 mesi ciascuno; per la partecipazione al singolo percorso è prevista una indennità di € 700 lordi per il beneficiario, ed un compenso pari a euro 600 mensili lordi per l’attività di tutor in capo all’azienda, come ha sottolineato l’assessora Bravi “vengo dal mondo della scuola, e quello che manca ai nostri studenti è proprio la capacità manuale del saper fare, per questo reputo una importante iniziativa quella in atto, per non disperdere la nostra peculiare identità marchigiana, unica al mondo”.

In secondo luogo la nuova certificazione “1M”.
Tutte le imprese artigiane iscritte all’apposito albo, possono richiedere l’uso del logotipo “1M” che ne garantisce la qualità artigiana e artistica. Il nuovo logo può essere utilizzato nelle iniziative commerciali o pubblicitarie, negli stand presso fiere ed esposizioni. Un utilizzo in esclusiva che ora può essere abbinato agli altri loghi identificativi della qualità marchigiana, come – a titolo di esempio – cappelli, argenteria, ceramisti che hanno propri marchi identificativi.

All’incontro organizzato da CNA sono inoltre intervenuti Paola Micheli, del servizio lavoro e formazione professionale Regione Marche, Rossella Bugatti, servizio attività produttive lavoro e istruzione, Marco Moscatelli, servizio attività produttive regione Marche e a chiudere l’assise è intervenuto il responsabile sindacale CNA Marzio Sorrentino con un invito alle imprese a recarsi presso gli uffici della CNA per avere assistenza ed affiancamento nelle procedure di accreditamento alla Regione.