Alla Galleria degli Antichi Forni di Macerata torna il Museo del Symth

MACERATA – Torna venerdì 18 ottobre, alle 18, nella Galleria degli Antichi Forni, con la seconda edizione il Museo del Synth Marchigiano e Italiano “Dal transistor al microprocessore: la computer music italiana”. Saranno esposte decine di strumenti elettronici vintage italiani: sintetizzatori, tastiere, organi e batterie elettroniche di tutti i più rilevanti marchi italiani – che erano al 90 per cento dislocati nelle Marche – che sarà possibile ascoltare e provare tutti i giorni di apertura della mostra. L’iniziativa, unica nel suo genere, nasce per valorizzare e diffondere la conoscenza di un’importante settore della cultura industriale nazionale rimasto per lungo tempo nell’ombra.

Dopo il taglio del nastro, dalle 18.30 ci sarà un incontro con Marcello Colò, musicista e storico collaboratore di numerose aziende del distretto musicale marchigiano, che si esibirà con uno dei suoi esperimenti musicali. Alle 21 seguirà incontro e concerto con Patrizio Fariselli, pianista, compositore e tastierista degli Area, storico gruppo musicale attivo già dal 1972.

  L’iniziativa, che durerà fino a venerdì 1 novembre, è organizzata dall’assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Macerata e dall’associazione Acusmatiq Matme con il sostegno e il patrocinio dalla Regione Marche, il patrocinio dall’Università Politecnica delle Marche e dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Macerata.

Il titolo di quest’anno, “Dal transistor al microprocessore: la computer music italiana”, racconta del tema importante di questa edizione. Una intera giornata di studio con prestigiosi ospiti internazionali, una serata di performance ed una sala espositiva saranno interamente dedicate alla MARS (Musical Audio Research Station) e all’esperienza dell’IRIS (Istituto di Ricerca per l’Industria e lo Spettacolo).

In mostra strumenti che hanno contribuito a fare la storia della musica, elettronica e non, e alcune rarità assolute. Il “museo” non si rivolge solo al passato, infatti sarà anche l’occasione per una ricognizione sulle produzioni attuali con la partecipazione di gran parte delle aziende attualmente attive sul territorio regionale e di quelle nazionali che fanno riferimento al distretto marchigiano, attivo anche nel fornire servizi e competenze ad ampio raggio.

Info e programma dettagliato: www.museodelsynth.org e www.comune.macerata.it .