Al via le passeggiate per la sicurezza di Forza Nuova: “Lo Stato tace e resta immobile, difenderemo noi la nostra gente”

77

ASCOLI PICENO – Lo stupro ai danni di una 13enne, la rissa in via Benedetto Croce e il pestaggio di una donna a Porta Cappuccina hanno una caratteristica in comune tra loro: la mano di immigrati, alcuni dei quali persino beneficiari di ospitalità per via del loro presunto titolo di “profughi di guerra”. Sull’argomento interviene duramente Forza Nuova di Ascoli Piceno:

“Mentre le forze “democratiche” ed antifasciste diffondono spauracchio per il pericolo “nero”, gli italiani muoiono sotto i colpi della crisi e dell’immigrazione – recita una nota – ma Forza Nuova agisce e con i suoi militanti darà inizio alle passeggiate per la sicurezza, iniziativa che in tutta Italia ha portato vantaggi ai residenti dei quartieri più abbandonati. Nella tutela della sicurezza dei cittadini risiede il fulcro della nostra azione: riprendersi gli spazi attraverso una presenza costante sul territorio, con quello spirito che un tempo veniva chiamato senso civico ed esprimeva un senso di comunità che i “tossicodipendenti ideologici” da antifascismo non hanno mai conosciuto e coltivato”.