San Severino, celebrazioni del terzo centenario della morte di San Pacifico

8

Ufficialmente aperte dal cardinale Bassetti le celebrazioni per il compatrono della Città di San Severino Marche

SAN SEVERINO MARCHE – Il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, la Conferenza episcopale italiana, ha ufficialmente aperto, nella basilica di San Lorenzo in Doliolo, le celebrazioni del terzo centenario della morte di San Pacifico, compatrono della Città di San Severino Marche.
Alla cerimonia religiosa hanno preso parte anche il cardinale Edoardo Menichelli, arcivescovo emerito di Ancona – Osimo, e l’arcivescovo di Camerino – San Severino Marche e amministratore apostolico della diocesi di Fabriano – Matelica, monsignor Francesco Massara, oltre a tanti sacerdoti e religiosi delle Marche.
A rappresentare la comunità settempedana il sindaco, Rosa Piermattei, e il gonfalone del Comune.
Sull’altare, durante la concelebrazione solenne, è stata esposta una pala realizzata per lo speciale anniversario che offre una nuova immagine giovanile con San Pacifico che ha al suo fianco le stampelle per sottolineare la grande attenzione per i poveri da parte di questa straordinaria figura della Chiesa cattolica.
Intanto, nella chiesa di Santa Maria della Misericordia, in piazza del Popolo, si può ancora visitare, fino al 7 novembre, la mostra “San Pacifico Divini: la ferita aperta”, allestita dal Centro culturale “Andrej Tarkovskij” con il patrocinio del Comune e dell’Arcidiocesi. Questi gli orari di apertura: sabato e festivi, dalle ore 18 alle ore 20. Per prenotazioni e informazioni chiamare i numeri 3381090779 o 3334454094.
La mostra, cui si accompagna una breve pubblicazione per le Edizioni Serini, era stata inaugurata nelle scorse settimane quale premessa proprio alle manifestazione in memoria del santo compatrono della Città di San Severino Marche indette dalla Provincia Picena San Giacomo della Marca dei Frati Minori.